Into the Wild. Nelle terre selvagge

Regia di Sean Penn

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 9.99
  • Prezzo scontato: € 7.99
  • Sconto: € 2.00 (20%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.5
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Storia vera del neo-laureato Christopher McCandless che nel 1992, a 22 anni, stanco del consumismo e del benessere fittizio decide di abbandonare la famiglia e le promettenti prospettive di studio e professione, dà in beneficenza tutti i suoi averi e affronta un viaggio senza nessun sostegno né economico né umano che lo porterà nei luoghi più selvaggi degli Stati Uniti fino a immergersi nell'immensa natura dell'Alaska, che segnerà per sempre la sua esistenza. Quattro mesi dopo verrà trovato morto accanto al suo diario grazie al quale verrà ricostruita la sua storia.

Comprali insieme:

Gli utenti che comprano Into the Wild. Nelle terre selvagge acquistano anche Quando bevi il tè, stai bevendo nuvole di Thich Nhat Hanh € 12.35
Into the Wild. Nelle terre selvagge
aggiungi
Quando bevi il tè, stai bevendo nuvole
aggiungi
€ 20.34

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.4 di 5 su 37 recensioni)

5.0 Meraviglioso

Un film che personalmente ho apprezzato tantissimo nel quale conosceremo la storia di un ventiduenne che, dopo essersi laureato, decide di mollare tutte le comodità (soldi compresi) per partire alla volta dell'Alaska.
Un viaggio "on the road" che si rivelerà essere non sempre facile ed in discesa ma che dal quale il nostro Alex Supertramp (il suo "nuovo" nome) ne trarrà sempre il massimo.
Un film che mi ha davvero conquistata, bravissimo Sean Penn e bravissimo l'attore protagonista, Emile Hirsch.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Natura mozzafiato

Un giovane neo lauretatodecide si abbandonare la famiglia e intraprendere un viaggio che lo porti lontano dalla quatidianeità, dal consumismo padrone della società.
Sarà un viaggio gli aprità gli occhi costringendolo e ripensare o aogni cosa: la riscoperta di un ragazzo, a contatto con la natura selvaggia e alla ricerca del suo "io" più profondo. Il fascino della grande barriera di una natura fredda e spietata in un film stupendo ed emozionante che è anche una riflessione sul nostro carattere morale.
Sean Penn ci regala dei panorami mozzafiato in cui la grandezza della natura è esaltata.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Bellissimo

Inizialmente avevo acquistato il dvd per regalarlo ma poi ho deciso di vederlo perchè tutti ne parlavano benissimo e non si sbagliavano! Alla fine è in prima fila nella mia personale dvdteca perchè è un film che merita di essere visto più di una volta. E' drammatico, intenso, ricco di emozione e avventura. Non annoia mai, ed è bello identificarsi nel protagonista!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Into the wild

Un viaggio nelle terre selvaggie più che del mondo dell'anima, un viaggio alla scoperta del proprio io, delle proprie capacità. Sicuramente un film toccante, pregno di significato e senza lieto fine. Incredibile l'interpretazione di Emile Hirsch, e buona la regia di Sean Penn. Film consigliato per chi è stanco delle solite commedie.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 La natura prima di tutto

Nel 1991 il giovane Chris Mcandless lascia la sua vita di agiato per rifugiarsi nella natura incontaminata. Sean Penn, questa volta dietro la macchina da presa, racconta questa storia indagando, ma senza dare risposte, sulla vita di questo ragazzo. Un film di un fascino incredibile con un Emile Hirsc alle stelle per la sua bravura nel recitare il ruolo di Mcandless. In più una colonna sonora davvero raffinata composta e eseguita da Eddie Wedder, leader dei leggendari Pearl Jam.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Una storia vera.

Un film tratto da una storia vera, una storia bellissima, ma conclusa nel peggiore dei modi possibili. Il taccuino su cui il protagonista annotava tutte le sue citazioni, tutti i suoi pensieri è stato recuperato ed è questo taccuino che dà vita alla voce narrante che ci accompagna durante tutta la visione.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Un film indimenticabile

Il film è BELLISSIMO. Non sono un cinefilo, banalmente uno spettatore, e neanche dei più attenti, ma questo film mi ha catturato e portato "nel selvaggio" della storia (vera) di Alexander Supertramp. Forse mi è piaciuto particolarmente perchè vorrei essere anch'io un pò "Supertramp", ovvero un trampoliere, uno che va di qua e va di là, senza una meta, senza certezze, ma anche senza obblighi. Sognare per due ore e mezza non costa niente.
L'importante è decidere di cambiare vita veramente, come il protagonista, oppure ricordarsi di mettere la sveglia alla sera...
La conclusione è amara, ma il film merita svariate visioni e visioni e visioni...

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Magnifico!

L'esilio come condizione di vita. La solitudine è ricerca di sè stessi, un motivo per riflettere sulla propria vita, una condizione tanto scomoda quanto unica e particolare. Into The Wilde è il viaggio dell'esistenza umana, un ritorno alle origini umane, quando per vivere occorreva usufruire dei doni della natura, amare la natura come una madre che ci protegge e ci culla del suo affetto. Into the Wilde è un film brillante.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 CHE SPETTACOLO!

Che film ragazzi! E' difficile fare una classifica dei film più belli, ma "Into the Wild" è in assoluto tra i più belli. E' una storia di solitudine per scelta. Un giovane benestante appena diplomato decide di mollare tutto, famiglia, soldi e amici, partendo a piedi per raggiungere l'Alaska. Nel suo peregrinare incontrerà personaggi fantastici, ma quello che "Supertramp" sta cercando è semplicemente se stesso. In realta' lui sta scappando dall'ipocrisia dei nostri tempi e dalle falsità delle persone anche quelle più intime e vicine. E' un film che oltre avere una storia che funzione e piena di contenuti, è dà un punto di vista cinematografico che siamo di fronte ad opera d'arte. Grande regia credo che ci sia tutto Sean Penn in questa opera. Fotografia eccellente piena di paesaggi pazzeschi e le musiche profonde e appropriate, affidate a Eddie Vedder chitarrista dei Pearl Jam. Gli attori fanno una gran figura su tutti ovviamente Emile Hirsch il protagonista che entra nella parte in maniera credibile. Notevole William Hurt. Da vedere mille volte!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 SEAN PENN

Una storia ad alto livello emotivo che fa riflettere sull'importanza di essere sulla Terra, sotto l'aspetto di essere parte integrante di una famiglia.
Grandissimo regista che ha portato la storia ad alti livelli, sia per il cast sia per la storia stessa!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 La solitudine

È difficile delineare la personalità di Chris Mccandless, ma Sean Penn c'è riuscito alla perfezione. Merito anche in un cast si attori in gamba e di una storia che realmente vale la pena di raccontare e di vivere. È aperto a innumerevoli chiavi di lettura e la carica emotiva è ad altissimi livelli. Consiglio anche la lettura dello stupendo libro di Krakauer.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Lacio drom!

Sean Penn, oltre che un grandissimo attore, è anche un regista eccezionale, capace di mettere in scena una storia incredibile, eccezionale, come questa, coinvolgendo lo spettatore scena dopo scena, battuta dopo battuta, trascinandolo in un viaggio dove il filo conduttore è il viaggio stesso, inteso non come fuga, o come meta da raggiungere, ma come processo di maturazione spirituale e soprattutto come possibilità di vivere la propria vita facendo solamente e semplicemente quello che si ama fare.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Into the Wild. Nelle terre selvagge (37)