Il mondo dei replicanti

Regia di Jonathan Mostow

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 7.99
  • Prezzo scontato: € 7.67
  • Sconto: € 0.32 (4%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
3.0
Spedito normalmente in 6/7 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

In un futuro molto prossimo, le persone vivono nel completo isolamento, affidando il compito di interagire con il mondo esterno ad androidi robotizzati. Tutti vivono la propria vita attraverso il proprio surrogato, restando nella tranquillità e nella sicurezza della propria case. Un mondo apparentemente perfetto dove il crimine non ha più ragione di esistere. Una notte, però, fuori da un night club viene assassinato un surrogato, uno studente legato all'inventore di queste perfette copie robot. L'agente di polizia Green dovrà esporsi in prima persona per risolvere il caso.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Voto medio del prodotto:  3.0 (3.2 di 5 su 12 recensioni)

3.0 Film deludente

Potrei definire questo film come la brutta copia di Matrix: alcune scene le ho trovate sgradevoli all'occhio per quanto riguarda gli effetti speciali, la trama non è coinvolgente come quella di Matrix. La storia è diversa da quella di Matrix, ma ci sono comunque dei punti in comune: ritroviamo, infatti, di nuovo il conflitto uomo-macchina. Da non sottovalutare il messaggio del film, che invita le persone a non farsi sostituire da surrogati tecnologici, ma a vivere la vita in prima persona ma soprattutto insieme agli altri esseri umani.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Strano

Film d'azione o di fantascienza? Forse un pò di entrambi. Offre spunti riflessivi sulla realtà di oggi (o quanto meno ci prova) , indeciso su chi sia il cattivo e chi il buono. Trama confusa che rende il film poco coinvolgente e nemmeno il talentuoso Bruce Willis, ormai un autorità in film d'azione, riesce a migliorare la situazione!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

2.0 Carino

Questo film sviluppa un argomento molto interessante; soprattutto visto lo sviluppo e sempre il maggior uso della tecnologia.
Sempre più persone "affidano" la propria vita giornaliera al computer (come per esempio il non andare più a fare la spesa di persona, ma ordinare direttamente da internet) e in questo film si vede come le persone non escono più di casa, ma se ne stanno a dormire nel letto lasciando fare tutto a dei surrogati: robot di cui si può scegliere l'aspetto che non è sempre uguale a quello dell'individuo. Il finale è chiaramente scontato: meglio eliminare i surrogati e riprendere la vita "umana". Carino ma in certe parti noioso.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Carino ma...

Questo film è uno di quelli senza infamia e senza lode!
Era carina l'dea dei surrogati anche se si capiva già dall'inizio come sarebbe finito il film... La poca durata lo penalizza, l'argomento viene trattato in modo frettoloso, si poteva fare meglio, un film da noleggio e niente più... Bruce willis un po' sottotono e sempre graffiato in ogni film che fa!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Thriller fantascientifico

Il film ha due percorsi narrativi che procedono in modo fluido tenendo viva l'attenzione sia di chi ama il thriller con risvolti fantascientifici sia di chi non disdegna riflessioni sociopolitiche.
Protagonista è il solito Bruce Willis, poliziotto pronto ad andare oltre le regole pur di raggiungere l'obiettivo.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Non eccezionale

L'idea di un robot che viva al posto nostro per sopperire alle nostre intime paure è piuttosto interessante, ma questa trasposizione cinematografica non mi ha entusiasmato più di tanto. Sarebbe potuto essere un film stile Matrix, invece in certi frangenti sembra un po' opaco e si rischia di rimanerne un po' annoiati.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Originale

La parte più interessante è l'originarietà della storia che vede persone che vivono attraverso i loro surrogati umani per una vita migliore, lo è!.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Non travolgente ma da vedere

Un film decisamente particolare ma non posso dire che mi ha entusiasmata.
Un Bruce Willis non proprio "in forma", una trama che in alcuni punti può lasciare perplessi ma, secondo me, questo è il classico film che qualcuno sicuramente saprà apprezzare, in quanto non mediocre, lineare, senza ingenuità.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Interessante

Una pellicola girata ad arte, che fa riflettere. Bruce Willis esce dai suoi canoni panni sporchi per affrontare un tema seppur irreale, attuale. La crisi di identità che pian piano si fa largo in ognuno di noi nella società di oggi. Un film che fa riflettere.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Bello

Non sarà un capolavoro che resterà nella storia come Blade Runner, ma ho trovato la prova di Willis magistrale, più efficace della misurata effettistica che lo circonda e fa il verso, in sordina, a Matrix. Scena dell'inseguimento memorabile. Bello.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Vivere le emozioni in prima persona

Assurdo! Un mondo in cui la gente vive la propria vita attraverso delle repliche, avendo un distacco totale con la realtà. Un film denuncia che esaspera quello che potrebbe succedere preferendo l'uso della tecnologia al contatto umano diretto. Lo consiglio, è pieno di azione, ma fa anche riflettere.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Una riflessione sull'identità dell'uomo

Questo film è ambientato in un mondo in cui sono i replicanti (dei sostituiti robotici) a fare vita sociale mentre gli uomini in carne ed ossa rimangono chiusi in casa. Gli uomini possono scegliere i replicanti che preferiscono e decidere aspetto, sesso ed età secondo i loro gusti… Possono diventare chiunque e scegliere il proprio “avatar” esattamente come succede nel mondo reale grazie alla tecnologia di internet.
Se solitamente l’essere umano sente il mondo attraverso cinque sensi, in questo film gli uomini sentono il mondo reale grazie al loro legame tecnologico con i replicanti. Non esiste qui alcuna differenza tra il sentire il mondo attraverso i replicanti e il sentire degli uomini in carne ed ossa.
Potrebbe andare tutto per il meglio se qualcuno non si ponesse il problema dell’identità: se un se stesso può essere intercambiabile con altre persone, l’identità viene messa in pericolo e l’unicità dell’uomo perde significato. Bruce Willis combatte questo mondo andando alla ricerca di un legame insostituibile tra identità e unicità di se stessi, caratteristici della natura dell’uomo in quanto tale.

Ritieni utile questa recensione? SI NO