Devil May Cry 4

per Playstation 3 - Capcom

  • Prezzo: € 69.90
Spedizione a 1€ sopra i 25 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.5
Prodotto non disponibile

Dettagli del prodotto

Contenuto


Arriva finalmente il 4° episodio della saga che ha venduto nel mondo oltre 7 milioni di copie: Devil May Cry 4.
Continua la saga dei discendenti del Cavaliere Nero Sparda: questa volta lo stiloso Dante avrà un ruolo più misterioso e ci sarà un nuovo protagonista, un giovane e cinico guerriero chiamato Nero, cresciuto presso "l’ordine della spada", un gruppo d’elite fra i “Cavalieri Santi”. Intrigo, passione e naturalmente Demoni, questi sono gli elementi chiave del nuovo episodio.A cosa porterà l’incontro fra i due protagonisti e perché il destino a voluto farli incontrare proprio ora?

  • Stile di gioco unico e avvincente, con Nero e Dante utilizzabili come protagonisti.
  • Attacchi esplosivi e possibilità di mosse combo senza fine sul campo di battaglia.
  • Nuove Armi e mosse speciali come la Devil Bringer di Nero e la Double Devil Trigger di Dante.

Forse ti potrebbe interessare anche

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 3 recensioni)

4.0 It's showtime!

| leggi tutte le sue recensioni

Il grande Dante sbarca sulla console nextgen, e si porta dietro non poche novità. La prima e più discutibile, un nuovo personaggio giocabile: Nero. Trama mai scontata e ben realizzata, azzeccatissimo l'intreccio delle storie raccontate dai due personaggi. Nuove armi, combo esagerate e uno stile di gioco unico, questo è Devil My Cry.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Titolo da non perdere

| leggi tutte le sue recensioni

Oltre Dante, in questo nuovo episodio della saga Devil May Cry è possibile anche indossare i panni di Nero. Nuove armi, tantissime combo e uno stile di gioco unico e incredibile. Grafica mozzafiato con filmati fantastici. Tanta azione e spettacolo garantiscono ore di divertimento giocando questo titolo. Da non perdere.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Opinione Devil May Cry 4

| leggi tutte le sue recensioni

Devil May Cry 4 si posiziona cronologicamente tra il primo e il secondo capitolo: volendo ricostruire l'ordine temporale abbiamo DMC3 (con Dante ragazzino), DMC1, DMC4, DMC2. Il gioco inizia con Dante che irrompe in una chiesa dedicata al culto di Sparda e senza un apparente motivo, sotto gli occhi atterriti dei fedeli, assassina a sangue freddo il gran sacerdote. Fra i presenti ci sono anche il giovane Nero, cavaliere dell'ordine che si appresta subito a contrastare il presunto nemico, e la sua ragazza Kyrie, sorella del capo delle guardie Credo. Proseguendo con l'avventura la trama (non particolarmente curata o articolata, a dire il vero) rivelerà che l'intero ordine è in realtà una combriccola di demoni desiderosi di conquistare gli umani.

La prima cosa che salta all'occhio in questo DMC 4 è che esattamente come su Metal Gear Solid 2 il carismatico Snake veniva controllato per poco tempo e lasciava molto spazio a Raiden, così su DMC 4 il giocatore impersona Dante solo per 7 missioni, contro le 13 di Nero. Il nuovo protagonista, che guardacaso assomiglia in modo preoccupante a Dante e Virgil, è anch'egli un discendente del cavaliere oscuro Sparda, ma il suo preciso grado di parentela col nostro eroe non viene mai chiarito. L'unica cosa certa è che Nero, ancora teenager, è almeno una decina d'anni più giovane di Dante.

Nonostante il timido avvicinamento al mondo casual, grazie a piccole modifiche al sistema di gioco e una difficoltà leggermente abbassata per le due modalità iniziali 'Umano' e 'Cacciatore di demoni' (corrispondenti ai livelli 'facile' e 'normale'), Devil May Cry 4 è sotto sotto uno dei giochi in assoluto più orientati agli hardcore gamer.

Lo è innanzitutto perché per la sua stessa struttura va terminato più volte (infatti per potenziare al massimo tutti i personaggi si deve finire il gioco almeno tre volte a livelli di difficoltà diversi), ma soprattutto perché è uno di quei titoli dotati di una tale profondità nella giocabilità che riescono a farsi apprezzare in modo direttamente proporzionale alle abilità di gioco acquisite. In poche parole più uno diventa bravo a giocare, più DMC4 gli piace.

La longevità non è esagerata, tanto che i giocatori più smaliziati riusciranno a terminare il gioco nella difficoltà 'Cacciatore di demoni' (la più difficile delle due disponibili inizialmente) in circa 11-12 ore, ma come abbiamo già detto Devil May Cry 4 è pensato per essere rigiocato. Le difficoltà aggiuntive 'Figlio di Sparda' e 'Dante deve morire', che si sbloccano quando si finisce il gioco la prima volta, rappresentano rispettivamente la vera sfida per tutti gli appassionati e l'impresa (morbosamente difficile) da compiere per essere considerati veri hardcore gamer.

Ritieni utile questa recensione? SI NO