Train de vie. Un treno per vivere

Regia di Radu Mihaileanu

  • Prezzo: € 14.90
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
5.0
Prodotto non disponibile

Dettagli del prodotto

Contenuto

In un villaggio ebraico dell'est Europa giunge la notizia che i nazisti hanno cominciato a deportare gli ebrei dei villaggi vicini. Nasce così l'idea di organizzare un treno di finti deportati. Tutto il villaggio contribuisce ai preparativi e in poco tempo lo sgangherato treno parte per raggiungere la salvezza.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Voto medio del prodotto:  5.0 (4.8 di 5 su 9 recensioni)

5.0 Train de vie

Il periodo più tragico ed orribile del Novecento europeo raccontato in chiave ironica mettendo in evidenza tutta la saggezza e l'ironia tipicamente ebraica. Un piccolo villaggio ebraico dell'Europa del Nord decide di fuggire dal pericolo della deportazione utilizzando un treno che diventerà luogo di incontri speciali, relazioni surreali che coinvolgono lo spettatore fino all'ultima scena che svelerà la terribile realtà.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 La Shoa con leggerezza

Come si fa a raccontare nella maniera più leggera la tragedia della Shoa? Molti risponderanno: "Alla maniera di Benigni, che ha fatto la Vita è bella! ".
Ma io non sono d'accordo. Un altro film sulla Shoa era stato raccontato tramite lo strumento della commedia. E questo film ne è il risultato. Una commedia che racconta un tragedia senza mai angosciare. Se non per l'ultimo fotogramma.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 L'Unico

Poche parole possono definire questo "film", a me ne piace utilizzare una sola: UNICO.
E' davvero uno dei più bei film stranieri che abbia mai visto, diciamo anche il mio preferito. Non fatevi raccontare nulla e vedete il film, intreccio di cultura e folklore, pazzia e magia e realtà folle ed incomprensibile.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Ironico nonostante tutto

Film a momenti dissacrante, a momenti riflessivo e triste, altri divertente e pieno d'allegria. Il filo conduttore delle vicende è la gioia e speranza di una vita serena e libera in un momento storico (quello delle persecuzioni naziste) in cui questi valori tendono a venir meno. Da vedere e rivedere nei nostri momenti di sconforto per ritrovare il sorriso.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Train de vie

Il tema dell'olocausto, del nazismo trattato in modo dolce e grottesco. Un capolavoro, da far vedere nelle scuole quando si studia la Shoah. Meravigliosa la colonna sonora di Bregovic.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Un treno che ci porta lontano

Un vero capolavoro, originale e geniale nella sua semplicità. Nonostante sia ambientato in un'epoca drammatica della nostra storia, con intelligenza ed ironia ci racconta una storia coinvolgente per quanto assurda. Lo consiglio a tutti, davvero bellissimo.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Assolutamente da vedere

E' un film che pur ambientato in un periodo drammatico (la seconda guerra mondiale), non e' sviluppato drammaticamente, e riesce invece a strappare un sorriso qua e la' per la storia strampalata che racconta.
Mi e' piaciuto anche il modo in cui la racconta: per esempio quando l'aiutante del rabbino , mandato in osservazione, riferisce che ci sono state diverse discussioni(specificando il numero) alcune delle quali ancora in atto (anche qui specificandone il numero) e il rabbino non se ne preoccupa, ma, anzi, sorride dicendo che "discutere vuol dire essere vitali".
Film da vedere e da far vedere.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Non il solito film sull'Olocausto

"Train de vie" offre una visione nuova, divertente ma posata, dei quello che è stato il dramma dell'Olocausto, trasportandoci in un villaggio di campagna, abitato da soli Ebrei, che per evitare di essere deportati nei campi di sterminio, decidono di organizzare un finto treno di deportati, con tanto di finti Nazisti, per raggiungere il confine. Ben riuscito sotto tutti gli aspetti, soprattutto per quanto riguarda la colonna sonora ad opera di Goran Bregovic, il film oscilla tra il comico ed il drammatico, sempre e comunque con tatto, formando una sorta di avventura quasi surreale. Ottimo film, purtroppo poco pubblicizzato.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Allegorico

Un primo film molto riuscito per Radu Mihaileanu, giovane regista di origini disparate che apprezzo molto. Narra di un viaggio ideale verso la salvezza ai tempi della Shoah, con molta finezza e intelligenza sulle nature umane, i sentimenti politici, l'amore, la religione ... Da vedere per ridere e piangere.

Ritieni utile questa recensione? SI NO