Non ho sonno

Regia di Dario Argento

  • Prezzo: € 9.99
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
2.5
Prodotto non disponibile

Dettagli del prodotto

Contenuto

Le indagini sulla morte di una prostituta portano la polizia a rispolverare una serie di efferati delitti avvenuti parecchi anni prima.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Non ho sonno e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  2.5 (2.5 di 5 su 6 recensioni)

3.0 Thriller

Un serial killer terrorizza la città, uccidendo donne e lasciando accanto ai corpi una figurina. Classico thriller firmato Dario Argento, interamente girato a Torino e con un ottimo Maxvon Sydow. La storia piacerà a chi ama le atmosferetorbide tanto care al celebre regista da brivido. Film non adatto alla visione da parte dei bambini.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Mmmmm bene

Film assolutamente apprezzabile per lo più dagli amanti di Argento. Non regge il confronto con i suoi capolavori quali "Pronfondo Rosso" o "Suspiria", ma apprezzabile la storia non troppo scontata e molto verosimile, qualche colpo di scena aiuta a tenere lo spettatore in suspance... Peccato gli attori non all'altezza... Film valutato positivamente per merito di alcune scene che fanno ricordare che si ha davanti il buon caro vecchio Dario Argento!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Non ho sonno

Un film godibile da chi è amante di questo genere. Anche se non riesce ad eguagliare altri grandi come "Profondo rosso" o "Suspiria" è un film che ho apprezzato e visto con piacere.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

2.0 Scontato

Il ritorno di Argento al giallo non è dei migliori, film scontato e trama poco convincente, regia banale e poche scene di paura.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

2.0 non male!!

Da appassionata del caro Argento (quindi forse poco oggettiva) posso solo dire che è un discreto film, ovviamente non all'altezza dei SUOI CAPOLAVORI, da vedere per chi appassionato del genere!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

2.0 Argento, Argento, dove sei?

Perché Dario Argento non è più il Dario Argento di una volta? Domanda sciocca, ed è sciocco aspettarsi che un regista faccia sempre lo stesso film, capolavori come Suspiria o Inferno sono irripetibili (vedi il risultato miserevole de La terza madre, indegno completamento della Trilogia delle Madri). Però da un professionista con decenni di esperienza ci si aspetta quanto meno che alcuni difetti, che si ripetono sempre uguali da un film all’altro, vengano eliminati. Ad esempio, le inverosimiglianze troppo palesi (come fa un ragazzino a sopraffare un adulto?), alcuni dialoghi improponibili (“scimmiottino mio”), gli attori incapaci (vedi la prostituta, il parcheggiatore, il protagonista che è un pezzo di legno). Che cosa si salva? Come al solito, alcuni pezzi di bravura tecnica: la scena iniziale, con l’omicidio sul treno in corsa, è veramente strepitosa. Qualcuno si è lamentato, perché la protagonista non era Asia Argento. Dio ce ne scampi: questo è l’ultimo motivo per dare due stelle invece di una. Bella la colonna sonora dei redivivi Goblin. Solo per appassionati di Argento.

Ritieni utile questa recensione? SI NO