Io speriamo che me la cavo

Regia di Lina Wertmüller

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 7.99
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.5
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Un maestro ligure, per errore, viene assegnato ad una classe elementare in provincia di Napoli: qui la sua missione di educatore si rivela complessa e difficile, ma lui non si perde d'animo.

Comprali insieme:

Gli utenti che comprano Io speriamo che me la cavo acquistano anche Barbie. Il Natale perfetto € 4.99
Io speriamo che me la cavo
aggiungi
Barbie. Il Natale perfetto
aggiungi
€ 12.98

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 11 recensioni)

4.0 Scalmanati

Per uno sbaglio del provveditorato un insegnante, Paolo Villaggio, viene inviato, invece che in provincia di Genova, in un paese in provincia di Salerno. Qui trova un degrado di strutture, servizi scolastici e ragazzini che devono lavorare piuttosto che studiare, ma lui va a prenderli nei rispettivi posti di lavoro – chi meccanico, chi fioraia, chi barista, chi a casa con i fratelli ancora in fasce – e insegna loro l'importanza della cultura, che ci forma consapevoli e meno creduloni. Fino al giorno del suo ritorno al nord, quando alla stazione ci sono a salutarlo tutti i ragazzi, persino quello che – essendo nel contrabbando – era stato il più restio a seguire il maestro, vista l'iniziale conoscenza burrascosa. Un film speranzoso che va contro l'omertà di chi ha sempre avuto tutto ma non si cura di rendere il mondo migliore! Sorrisi edificanti!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Molto carino!

Uno dei pochi films italiani che mi è sempre piaciuto e che riguardo sempre con piacere, con un Paolo Villaggio finalmente diverso dal solito ragionier Fantozzi. Bella anche la trama: un professore ligure per un errore burocratico viene mandato ad insegnare in una scuola di Napoli. Presto si accorgerà che lì la realtà quotidiana è molto diversa e spesso anche triste da quella che ha lasciato, ma non si perderà d'animo e riuscirà a portare a termine l'anno scolastico, insegnando a questi bambini, oltre che le materie scolastiche, anche il valore e l'importanza dell'amicizia, del rispetto e dell'istruzione. Una bella e coinvolgente commedia, che trovo faccia anche riflettere. Da vedere!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Io speriamo che me la cavo

Paolo Villaggio nelle insolite vesti della guida per i bambini della sua classe. Una realtà diversa da quella del nord, in una Napoli dove i bambini a volte sono costretti a lavorare per aiutare la famiglia. Divertente, ma con tematiche serie che però non risultano angoscianti per lo spettatore. Consigliatissimo, bambini veramente simpatici e talentuosi!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Un piccolo cast che se la cava

Ho molto apprezzato Paolo Villaggio in questo film che entra tra quei classici che non si possono dimenticare. Oltre all'attore ci sono anche dei bambini che sono straordinari, che divertono e si divertono. A volte qualche scena di malavita viene subito intervallata da frasi o situazioni che non fanno angosciare lo spettatore. Da vedere!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 La speranza è l'ultima a morire

Un maestro finito per sbaglio in una scuola della provincia di Napoli e in attesa di essere trasferito, impara a conoscere una realtà diversa da quella del Nord e senza perdersi d'animo recupera uno per uno tutti gli studenti della sua classe, andando "fisicamente" a prenderli nei luoghi in cui lavorano (lavoro minorile). I bambini del film sono bravi a recitare e naturalmente i racconti non sono altro che i temi del libro da cui il film prende il titolo. Villaggio è un perfetto maestro. Film che lascia un po' d'amaro in bocca per una situazione che sembra difficile da cambiare.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Peirpezie di un maestro

Ispirato al celebre libro di Marcello D'Orta, "Io speriamo che me la cavo" è un film di grande simpatia e ottimo ritmo. Villaggio interpreta in maniera misurata e verosimile il ruolo del maestro spaesato nella problematica realtà di una scuola elementare, poi conquistato dalla schiettezza e dalla autenticità di quella stessa realtà.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Finalmente

Finalmente un villaggio serio ma non burbero. Mantiene il suo spirito di critica ma per una volta abbandona i panni del deriso e veste quelli del maestro correttore e guida di vita. I bambini meriterebbero un Oscar a testa. Un plauso a Pantaleo, divenuto poi il famoso Spillo con D'Apporto.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Villaggio se la cava molto bene in questo film.

Paolo Villaggio in una veste del tutto nuova; non il ragioniere sfigato della saga Fantozzi, ma il maestro del nord trasferito in una scuola napoletana, alle prese con tutti i problemi della realtà partenopea. Il personaggio vorrebbe cambiare le cose, ma si accorgerà che alla fine, ad essere cambiato, in meglio, è proprio lui. Un applauso va sicuramente tributato alla recitazione naturale e un pò ingenua dei bambini che dà quel tocco in più all'intero film. Da pelle d'oca il finale con la fantastica canzone "What a wonderful world" di Luis Armstrong.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Piacevole

è un film del 1992 che io ricordo ancora molto bene, mi aveva fatto tanto ridere perchè le gag tra alunni e professore non si discostano molto da quelle attuali, quindi è un film che può essere visto anche adesso che siamo nel 2010. Tutto sommato è piacevole

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Io speriamo che me la cavo

Un film che ci fa capire come in alcune zone il degrado e l'ignoranza sono molto elevati ma questo non vuol dire che queste persone non provino sentimenti veri e sinceri.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 promosso!

da vedere e rivedere tanto è la semplicità con cui viene girato ma anche tanta ironia e spensieratezza. l'ambiente di napoli poi è bellissimo e l'accento dei bambini è difficile da scordare. promosso!

Ritieni utile questa recensione? SI NO