Il disprezzo (Cofanetto 2 dvd)

Regia di Jean-Luc Godard

  • Prezzo: € 12.99
Spedizione a 1€ sopra i 25 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
5
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

  • Ean: 8017229468353
  • Supporto: Dvd
  • Numero dischi: 2
  • Produttore: CG Entertainment
  • Genere: Cofanetti
  • Regia: Jean-Luc Godard
  • Contenuti extra: trailers, foto, biografie, manifesto originale, aneddoti e curiosita', filmografia / biografia, menu interattivo, accesso diretto alle scene
  • Lingue: Italiano
  • Colori: Colori
  • Anno di produzione: 1963
  • Area: Area 2 (Europa/Giappone)
  • Durata: 82'
  • Origine: Francia
  • Sottotitoli: Italiano
  • Formato Audio: Dolby Digital 2.0 - stereo
  • Sistema: PAL
  • Nazione: Francia

Contenuto

Il disprezzo: La moglie di uno sceneggiatore, chiamato a Roma per rendere più commerciale un film sull'Odissea, si rende conto della meschinità del marito quando questi non fa nulla per difenderla dalle avances del produttore. (1963 - versione integrale )

Il disprezzo: La moglie di uno sceneggiatore, chiamato a Roma per rendere più commerciale un film sull'Odissea, si rende conto della meschinità del marito quando questi non fa nulla per difenderla dalle avances del produttore. (1963 - versione prima uscita )

Comprali insieme

Gli utenti che comprano Il disprezzo (Cofanetto 2 dvd) acquistano anche Difendete la città Regia di Gerald Mayer € 3.54
Il disprezzo (Cofanetto 2 dvd)
aggiungi
Difendete la città
aggiungi
€ 16.53

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5 Il disprezzo (Godard)

| leggi tutte le sue recensioni

In sintesi: siamo a Cinecittà, in un momento di crisi per il cinema “tradizionale”. Il produttore Prokosch sta girando un film tratto dall’Odissea, il cui regista è Fritz Lang. Per renderlo più “commerciale” assume uno sceneggiatore francese, Paul Javal, che ha una bellissima moglie con la quale è in crisi, Camille.
Il 1963 secondo Michel Marie segna la fine della Nouvelle Vague; dopo quest'anno i registi prendono strade differenti, e "Il disprezzo" è una sorta di testamento.
Il film ruota intorno a quattro figure, che si incarnano in altrettante professioni del cinema: il produttore, il regista, lo sceneggiatore, la star.
Il produttore: è un volgare americano, Jeremy Prokosch (Jack Palance, attore che ha lavorato con Aldrich).
Il regista: è “la politique des auterus in carne e ossa”, è Fritz Lang che interpreta se stesso; regista rivalutato dai critici della Nouvelle Vague proprio nella sua fase americana, che era solitamente bistrattata dalla critica.
Lo sceneggiatore: è francese, Paul Javal (Michel Piccoli), in bilico fra sogni di gloria e la tentazione di svendere quei sogni per denaro (è il protagonista del romanzo di Moravia).
La star: non è il personaggio di un’attrice che lavora al film, ma ne svolge la funzione (è Camille Javal, moglie di Paul); è Brigitte Bardot.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti