Welcome

Regia di Philippe Lioret

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 9.99
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.0
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Il giovane curdo Bilal ha attraversato l'Europa da clandestino nella speranza di raggiungere la sua ragazza, da poco emigrata in Inghilterra. Arrivato nel nord della Francia, capisce che la sua unica possibilità è tentare di attraversare la Manica a nuoto. Alla piscina comunale, dove va per allenarsi, finisce per diventare amico di Simon, un istruttore in piena crisi con la moglie, che decide di aiutarlo in questa impresa all'apparenza irrealizzabile.

Comprali insieme:

Gli utenti che comprano Welcome acquistano anche Qualcosa di straordinario Regia di Ken Kwapis € 6.09
Welcome
aggiungi
Qualcosa di straordinario
aggiungi
€ 16.08

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Welcome e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 3 recensioni)

4.0 Il concetto di integrazione

La questione dell'immigrazione e dell'integrazione dello straniero è un problema ormai centrale nel nostro Paese da diversi anni. Con "Welcome" si cerca di dare una prospettiva diversa, quella del clandestino. In questo film, tramite una storia cruda e penetrante, vengono mostrate le insensate barbarie che l'uomo è capace di perpetrare verso i suoi simili.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 In un mondo migliore?

Ecco il tipico film che in Italia sembra ormai quasi impossibile realizzare, un film di notevole efficacia, anche narrativa, che entra a gamba tesa nella cronaca e nella politica nazionale. Si tratta, infatti, di un attacco deciso a una legge francese, giudicata da molti vergognosa, che punisce i cittadini che non denunciano gli immigrati clandestini. E comunque se anche un film del genere si facesse in Italia, non avrebbe certo lo stesso impatto sull'opinione pubblica e sul dibattito politico che invece il film di Lioret ha ottenuto in Francia. E anche questo dà il senso di quanto la cinematografia italiana sia lontana dalla realtà e non riesca a incidere su di essa. La storia del giovane curdo iracheno Bilal che vuole raggiungere l'Inghilterra attraversando a nuoto la Manica è bella, intensa, ben diretta e ottimamente interpretata.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Un film per riflettere ed emozionarsi

Film francese diretto da Philipe Lioret affronta senza cadere nel sentimentalismo il tema dei rifugiati di guerra e dell'accoglienza che trovano nei Paesi Europei. Dall'Iraq, un adolescente iraqueno vuole raggiungere, per amore, la Gran Bretagna, utilizzando un mezzo molto singolare. Un film che fa riflettere sulle politiche dell'immigrazione e sui rapporti controversi con gli stranieri. Consigliato

Ritieni utile questa recensione? SI NO