La tomba

Regia di Bruno Mattei

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 9.50
  • Prezzo scontato: € 5.90
  • Sconto: € 3.60 (38%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.0
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Tehunatepec, un'antica città maya, è il regno del grande sacerdote Tatamackly, guardiano della pietre della resurrezione e del tempio della dea Coatlique, crudele madre della terra. Il sacerdote sta portando a termine il sacrifico che riporterà la dea in vita con l'aiuto della strega Xilbabà: giovani fanciulle moriranno per ridare vita alla feroce divinità. Ma le truppe del re irrompono nel tempio fermando il diabolico rituale. Secoli dopo nella città di Sant'Isidro, un gruppo di giovani studenti universitari sta svolgendo delle ricerche archeologiche quando la loro guida viene misteriosamente uccida. Inizia così per i ragazzi una sconvolgente avventura nel misterioso mondo delle credenze maya.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su La tomba e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0 Geniale, ma (ahimé) fuori tempo massimo.

Bruno Mattei si divertiva da matti, a 70 anni suonati, a recarsi nella giungla delle Filippine, seguìto dalla fedele troupe italiana, per girare film a basso costo, quasi sempre snobbati o ignorati dalla critica italiana e giudicati pessimi. Personalmente penso che anche solo per la sua tenacia, il regista avrebbe dovuto essere premiato. Ma putroppo il genere horror made in Italy ha sempre avuto i suoi limiti, anche quando andava di gran moda negli anni 70/80. E cosa combina Mattei? Nel 2004, quando il genere è morto da anni, gira questo "La Tomba" ispirato a vari blockbuster hollywoodiani. Ovviamente con attori alle prime armi (italiani, ma con nomi camuffati per farli sembrare inglesi) e telecamere digitali: binomio azzardato, pazzia o genialata? Ovviamente la terza!! La Tomba è un film che una volta visto, nel bene e nel male, non si dimentica. Un apprezzamento va fatto al buon lavoro di montaggio e di scenografie. In conclusione, un film talmente strano che ti rapisce: non per nulla è diventato uno dei miei film preferiti.

Ritieni utile questa recensione? SI NO