Strade perdute

Regia di David Lynch

  • Prezzo: € 7.99
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
3.5
Prodotto non disponibile

Dettagli del prodotto

Contenuto

All'ingresso della propria villa il sassofonista Fred Madison scopre delle videocassette che mostrano lui e la moglie Renée mentre dormono. Avverte la polizia ma questa non sa darsi spiegazioni. Ad una festa a Fred viene recapitata una videocassetta che lo ritrae accanto al corpo massacrato della moglie.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Strade perdute e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 4 recensioni)

5.0 Capolavoro

Può un film essere concepito come un Nastro di Moebius? La risposta è si, basta guardare Strade perdute per rendersene conto. E' un film troppo accattivante per non essere goduto anche da chi con Lynch non ha un grande feeling. Un noir ad alto tasso di erotismo e mistero che è anche una grande lezione di Cinematografia, un vero manifesto della creatività del suo autore.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Il dopo Twin Peaks

Dopo alcune critiche mosse dalla critica ai lavori post Twin Peaks, Lynch diede nuovamente prova delle sue doti di artista con Strade perdute. Il film inaugura quel filone di lungometraggi nei quali Lynch mette in mostra uno stile che in passato aveva proposto a piccolissime dosi. Strade perdute è, proprio come Mulholland Drive e Inland Empire (quest'ultimo propone comunque delle sfaccettature ancora più perverse) , un progetto che va visto, possibilmente rivisto, rimontato nella propria mente e infine capito.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Inquietante film "cubista"

David Lynch è un indagatore del buio, del male e del mistero di ogni relazione umana. Dopo "Velluto blu" e la serie di "Twin Peaks", tocca qui un nuovo vertice della sua arte. L'apparente (e voluta) irrazionalità della narrazione permette di "scomporre" il protagonista come in un quadro cubista, offrendone diversi punti di vista. Mai così perfetti Bill Pullman e Patricia Arquette, ma l'icona inquietante di questa pellicola è il misterioso uomo senza sopracciglia, impersonato da un irriconoscibile Robert Blake ("Baretta").

Ritieni utile questa recensione? SI NO

1.0 Senza senso

Credo che questo possa essere facilmente definito il film più assurdo che abbia mai visto. In un turbinio di situazioni senza senso e senza un filo logico, vi darà la sensazione di aver sprecato due ore di vita (lunghe per giunta) . Probabilmente Lynch ha tentato di dare una certa suspance al film, ma senza riuscirci: neanche scervellandosi si arriva a capire il senso di questa pellicola. Pesante, noioso e pieno di dialoghi altamente improbabili e dozzinali. Sconsigliato.

Ritieni utile questa recensione? SI NO