Somewhere

Regia di Sofia Coppola

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 9.99
  • Prezzo scontato: € 4.99
  • Sconto: € 5.00 (50%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
2.0
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

L'attore Johnny Marco vive a Hollywood nel leggendario hotel Chateau Marmont. Se ne va in giro sulla sua Ferrari e casa sua è un flusso continuo di ragazze e pasticche. Totalmente a proprio agio in questa situazione di torpore, Johnny vive senza preoccupazioni. Fino a quando giunge inaspettatamente allo Chateau la figlia undicenne, Cleo, nata dal suo matrimonio fallito. Il loro incontro spinge Johnny a riflessioni esistenziali, sulla sua posizione nel mondo e ad affrontare la questione che tutti dobbiamo affrontare: quale percorso scegliere nella nostra vita.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Somewhere e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  2.0 (2.2 di 5 su 14 recensioni)

1.0 Sconsigliato

Un film che, sinceramente, proprio non capisco come caspita abbia fatto a vincere il Festival di Venezia di due anni fa.
Boh? A me non è piaciuto per niente, pur avendolo guardato con tutta la calma del mondo, non l'ho apprezzato e mi sono anche ben annoiata durante la visione.
Questa volta Sofia Coppola mi ha delusa.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Somewhere

Il film vincitore del Festival di Venezia 2010 sembrerebbe riprendere le atmosfere rarefatte e silenziose di Lost in translation ma anche la solitudine e il peso del potere di Marie Antoinette. Ma a differenza degli ottimi film precedenti questa volta Sofia Coppola sembra aver perso il suo smalto. Peccato.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Un pò lento, ma bello

Un film che definirei essenziale, ma ben realizzato. Insomma, l'atmosfera che ci viene presentata sembra andare sempre più appesantendosi ma in realtà è tutto adatto al tipo di film e alla storia in sé, che si basa sui sentimenti più puri (quelli tra padre e figlia) e che colpisce con la semplicità con la quale riesce a trasmettere emozioni allo spettatore, a patto che esso si lasci coinvolgere dallo svolgimento della storia, pur se un pò lenta.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Tre e mezzo

Tre e mezzo direi per questo ultimo film di Sofia Coppola e, forse, anche qualcosa di più: va bene, è diverso - molto diverso - dagli altre tre capolavori precedenti, ma sicuramente rimane un buon film. Solo che, visto che non accade molto, è una pellicola per chi non ha fretta e sa godere delle piccole grandi cose della vita.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

1.0 Lento e troppo silenzioso!

Questo film non mi è piaciuto per niente. Credo che Sofia Coppola abbia voluto stravolgere l'andamento dei film tradizionali, infatti il film risulta essere lentissimo, non si capisce il motivo dei lunghi fermi immagine che si ripetono più di una volta. Per non parlare della trama, non si capisce il motivo per il quale un attore di Hollywood passa da Roma per ritirare il Telegatto. L'apparizione in un ballo sfrenato di Valeria Marini rende ancor più ombra sul film.
Per non parlare del finale. Io credo che "Somewhere" abbia deluso tutti, F. Coppola compreso, tranne i giurati di Venezia che l'hanno premiato.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

2.0 Soporifero

L'intellettualismo di Sophia Coppola tocca in questo film il suo apice. La pellicola, girata con uno stile raffinato ma decisamente soporifero, rischia di annoiare lo spettatore medio. Il riconoscimento del Leone d'oro appare eccessivo per un film di maniera come questo! Noioso e un po' pretenzioso.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

1.0 Insignificantemente

Credo sia vergognoso che un film strutturato esclusivamente su luoghi comuni possa ricevere un premio. La tematica non è certo nuova ma si presume che il regista che decide di trattarla, abbia una sua visione originale... Consigliato a tutti quelli che che si vogliono annoiare.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

2.0 Somowhere

Ha stupito anche me la vittoria di questo film: non ho mai amato la regista Sofia Coppola e in questo caso la sua poetica è anche più labile del solito. Interessante solo il rapporto padre figlia, forse autobiografico. Nota positiva: la lentezza è davvero una protagonista del film ed è ben resa.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

1.0 Delusione

Davvero un film di cui non si sentiva la mancanza, di poco spessore, raffazzonato e dalla fotografia davvero scadente. Non si poteva chiedere di peggio alla Coppola, che non perde neanche questa occasione per deluderci. Da evitare assolutamente.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

1.0 Assolutamente sconsigliabile

Un film che non ha capo né coda, manca totalmente una linea narrativa. Si sente la mancanza di una sceneggiatura, non c'è una storia solo immagini e azioni dei personaggio in un contesto non del tutto precisato. Film da non vedere assolutamente. Eppure i film precedenti non erano a questi livelli infimi. "La decadenza di Sofia" non c'è altra spiegazione.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Somewhere

Ecco finalmente disponibile in dvd l'ultima fatica della giovane regista Sofia Coppola, già autrice di tre splendidi film sulle donne. Questa volta la Coppola ci stupisce, scegliendo come protagonista un uomo alle prese con un'improvvisa paternità. Da vedere.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

1.0 Ma cosa si è "fumata" la giuria?

Non credo bisogna avere una laurea in cinema o simili per esprimere un parere o scrivere una recensione su un film, anzi, sono abbastanza sicuro del no. E a mio modesto parere, e io non sono un critico cinematografico né ho una laurea in cinema o simili, questo film è davvero brutto. Resta un mistero su cosa si siano "fumati" i giurati del festival di Venezia per premiarlo col Leone d'Oro. Film lento, noioso, piatto, asciutto, banale. Unica nota degna di un qualche rilievo, l'accenno all'Italia e alla sua penosa e imbarazzante situazione spettacol-televisiva. Il finale, poi, è sufficiente per avviare una class action contro la casa di produzione del film per chiedere il risarcimento del biglietto o del costo del dvd, i danni per le due ore perse inutilmente, più, ovviamente, i danni morali ed esistenziali.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Somewhere (14)