La solitudine dei numeri primi (Blu-ray)

Regia di Saverio Costanzo

  • Prezzo: € 14.99
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
2.0
Prodotto non disponibile

Dettagli del prodotto

Contenuto

Alice è una bambina obbligata dal padre a frequentare la scuola di sci. È una mattina di nebbia fitta, lei non ha voglia, cerca di scendere, ma finisce fuori pista spezzandosi una gamba. Resta sola, incapace di muoversi, al fondo di un canale innevato. Mattia è un bambino molto intelligente, ma ha una gemella, Michela, ritardata. La presenza di Michela umilia Mattia di fronte ai suoi coetanei e per questo, la prima volta che un compagno di classe li invita entrambi alla sua festa, Mattia abbandona Michela nel parco, con la promessa che tornerà presto da lei. Questi due episodi, con le loro conseguenze irreversibili, saranno il marchio impresso a fuoco nelle vite di Alice e Mattia, adolescenti, giovani e infine adulti. Le loro esistenze si incroceranno, e si scopriranno strettamente uniti, eppure invincibilmente divisi. Come quei numeri speciali, che i matematici chiamano "primi gemelli": due numeri primi vicini ma mai abbastanza per toccarsi davvero.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Voto medio del prodotto:  2.0 (2 di 5 su 1 recensione)

2.0 Un pò pesantuccio..............

Un film che ho trovato un pò contorto e che di conseguenza mi è risultato difficile da "digerire". La trama comunque non è tantissimo male, qui vengono raccontate (soprattutto attraverso continui flashback) le vite piene di traumi e pressioni psicologiche che questi due "numeri primi", Mattia ed Alice, hanno dovuto subire dai genitori quando erano piccoli. Ovviamente anche ora che sono grandi non hanno una vita serena: Mattia è diventato sì un fisico affermato in Germania (come volevano i genitori, specie la madre) , però è assolutamente asociale mentre Alice è diventata una brava fotografa ma soffre di anoressia nervosa. I due si rincontreranno a casa di lei, ma ciò che non ho proprio compreso è il finale, visto che finisce di botto, senza dialoghi o altro. Probabilmente sono io che non ho colto e percepito bene il film, non avendo ancora letto il libro, ma non lo rivedrei più, troppo pesante secondo me.

Ritieni utile questa recensione? SI NO