Si può fare

Regia di Giulio Manfredonia

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 7.99
  • Prezzo scontato: € 7.35
  • Sconto: € 0.64 (8%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.5
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Milano, anni 80. Nello si trova a dirigere una cooperativa di malati mentali, appena dimessi dai manicomi. Si tratta di una sporca dozzina incapace a tutto ma Nello sa scovare i talenti nascosti in questi "scarti della società" e trascinarli alla conquista della luccicante "Milano da bere".

Comprali insieme:

Gli utenti che comprano Si può fare acquistano anche Okuribito Regia di Yojiro Takita € 9.99
Si può fare
aggiungi
Okuribito
aggiungi
€ 17.34

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Si può fare e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.4 di 5 su 8 recensioni)

4.0 Bisio è un genio.

Divertente e piacevole, offre numerosi spunti di riflessioni. L'impegno di una coperativa sociale al servizio di una società diffidente e marcata di forti pregiudizi. La brillante interpretazione di Bisio è evidente fin da subito, nei panni di un uomo che trova realizzazione di se stesso nella riuscita di un progetto difficile e gratificante allo stesso tempo. La collaborazione con la malattia mentale, incompresa e giudicata fin da subito, è in relatà un motivo di crescita personale.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Se si vuole ridere e riflettere...

Un ottimo film di un ottimo Bisio. Un salto nell'Italia post-Basaglia che ci mostra le problematiche della chiusura dei "manicomi" e la nascita delle coperative sociali per dare una possibilità di lavoro ai malati psichiatrici. Il film fa ridere e scorre veloce lasciando comunque spazio per porsi domande.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Si può fare

Film che tratta un tema delicato come quello dei "malati di mente" considerati inutili per la società e tenuti rinchiusi come a negare la loro presenza. Quando hanno iniziato a scorrere i titoli di coda ho pensato subito a questo detto: "ridendo e scherzando si dice la verità", sì perché seppur raccontata in modo leggero (nel significato più nobile del termine) e ironico questa pellicola riesce a trasmettere un messaggio di forza e allo stesso tempo una denuncia su come determinate persone vengano date per scontate senza aver dato loro nemmeno una reale possibilità. I pazienti dei manicomi rappresentano un capitolo buio nella nostra società ma con questo film, che tratta una storia vera, è stata data loro una nuova luce e dignità.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Una commedia non esilarante

C. Bisio non è assolutamente da considerare semplicemente conduttore di Zelig: è un attore multiforme e questo film lo dimostra. Non è la commedia esilarante che ci si potrebbe aspettare da un attore comico come lui; piuttosto un racconto realistico di quelle comunità cooperative nate con l'avvento della legge 180, quella che prevede la chiusura dei manicomi. Bisio è circondato da attori altrettanto bravi nel ruolo di malati di mente depressi e demotivati per un film che lascia un po' d'amaro in bocca e qualche riflessione su leggi e istituzioni.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Utopia non troppo lontana!

"Si può fare": titolo decisamente appropriato! E' un film molto divertente che affronta un tema delicato e più che mai attuale come quello della disabilità in modo ironico e appassionante! Lavoro in un centro diurno per malati mentali... E in ognuno dei personaggi ho ritrovato i miei "ragazzi"! In modo molto originale il film va a descrivere la situazione italiana dopo la chiusura dei manicomi e la nascita delle prime cooperative sociali... Il film ti lascia qualcosa dentro, ti lascia molti dubbi, molte perplessità riguardo al modo di considerare i disabili e i malati mentali, ma al tempo stesso ti dona nuovi occhi per vederli in modo diverso, per apprezzarli e per amarli così come sono, coi loro limiti, con le loro incertezze, paranoie e con le loro meravigliose abilità!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 bello e intelligente

questo film mi ha incantato, sia per il tema socialmente impegnato trattato con una buona dose di vivacità e di intelligenza sia per il cast di attori bravissimi e credibili.
Non si può fare a meno di amare questi "pazzi" che riescono ad addolcirti il cuore e a farti riflettere. Bravo Bisio.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Si può fare

Commedia agrodolce,interpretata ottimamente da un affiatato gruppo di attori.Svetta,in quanto protagonista,Bisio,simpatico quando deve esserlo e serio quando deve esserlo.Sarebbe interessante vederlo impiegato più spesso in simili progetti che in discutibili contenitori "comici"televisivi.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Si può fare (Manfredonia)

Commedia divertente sulle cooperative sociali degli anni '80. Il sindacalista Bisio si inserisce nella cooperativa 180, composta da un gruppo di "matti" liberati dalla legge Basaglia e tenuti occupati con inutili e insignificanti occupazioni. Egli, senza competenze psichiatriche ma con idee progressiste e avanzate, riesce ad inserirli nel lavoro "normale" e nella vita reale. Non mancano momenti amari e tragici dovuti al tema molto delicato: è un film ben calibrato e mostra come un mondo poco frequentato dal cinema (e dalla maggior parte delle persone) possa nascondere ilarità e tenerezza.

Ritieni utile questa recensione? SI NO