Le rose del deserto

Regia di Mario Monicelli

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 9.99
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
3.5
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Una sezione sanitaria dell'esercito italiano si accampa nell'estate del 1940 a Sorman, una sperduta oasi nel deserto della Libia. La guerra lì appare come qualcosa di astratto e distante, di cui arriva l'eco dei bollettini di guerra. Nel campo c'è un'aria rilassata: il maggiore comandante passa il tempo a scrivere appassionate lettere d'amore alla sua giovane moglie mentre un frate italiano coinvolge i militari nel soccorso della popolazione locale bisognosa di aiuto. Ma la guerra nell'Africa settentrionale all'improvviso precipita e il campo di Sorman viene invaso, prima dai soldati in fuga, poi dai feriti che cercano scampo dagli inglesi. Ufficiali e soldati della sezione si trovano per la prima volta bruscamente a contatto con la realtà della guerra.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.7 di 5 su 3 recensioni)

3.0 Italiani brava gente

Piacevole commedia diretta da Monicelli che vuole essere un'ennesima critica al regime fascista, sotto il quale il regista visse; ma allo stesso tempo raccontare le difficoltà che gli italiani vissero durante la campagna d'Africa, il poco spirito combattivo e la differenza con l'alleato nazista.
Un film piacevole, anche per tutta la famiglia, basato sulla morale: italiani brava gente.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Piacevole pernacchia al Ventennio

Con questa commedia leggera e piacevole il regista Monicelli tira la sua ennesima pernacchia contro l'odiato Ventennio. La storia, o meglio, la storiella di un gruppo di Italiani nella campagna d'Africa che troveranno il loro paradiso in terra nella terra di "Faccetta nera". Un'avventura che diverte e commuove, meno dal solito. Non è il miglior film di Monicelli, ma comunque piacevole.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Piacevole, leggero, bello.

Un grande monicelli per un film amaro che però fa sorridere grazie al senso tipico dell'ironia e dell'ottimismo che caratterizza gli Italiani anche nei momenti più difficili. Un pò come nella "La Grande Guerra", altro film capolavoro. Un film che riesce a lasciare lieti nonostante l'amarezza inevitabile per il contesto che racconta. Bravi gli attori, piacevolissimi i dialoghi in veneto, direi azzeccatissimi per un film così.

Ritieni utile questa recensione? SI NO