Prima pagina

Regia di Billy Wilder

  • Prezzo: € 9.99
Spedizione a 1€ sopra i 25 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.5
Prodotto non disponibile

Dettagli del prodotto

Contenuto

Nella sala stampa del Palazzo di Giustizia alcuni giornalisti attendono l'ora dell'esecuzione di un condannato. Un giornalista viene a salutarli perché si sposa; ma improvvisamente il condannato evade, il giornalista lo nasconde e telefona al giornale la cronaca dell'accaduto. Scopo del giornalista e del suo direttore è di montare un'esclusiva, vantando la cattura di un pericoloso assassino. Rifacimento di "Front Page" 1931.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.7 di 5 su 3 recensioni)

5.0 Divertente

| leggi tutte le sue recensioni

Questo film mi ha fatto sempre divertire moltissimo. Il ritmo è incalzante, gag brillanti si succedono una dopo l'altra, Jack Lemmon e Walter Mattahu sono come sempre una garanzia. Il risultato è un film pieno di brio. In effetti al suo esordio ricevette una accoglienza piuttosto fredda, fu accusato di essere peggiore del film a cui si rifaceva, ma oggi, dopo parecchi anni, io continuo a trovarlo spassoso. Uno dei primi film di Susan Sarandon.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Perfetto

| leggi tutte le sue recensioni

E' forse il più bel ritratto del mondo della stampa mai fatto, una commedia cinica e graffiante a ritmo frenetico con Lemmon e Matthau che si scambiano sguardi e battute con un affiatamento invidiabile. La giovane Susan Sarandon fa già notare la sua bellezza e bravura, mentre Billy Wilder qualche anno dopo farà il bis con "Buddy Buddy", ancora con Lemmon e Matthau e ugualmente imperdibile (uscirà mai in dvd?????).

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Intelligente e divertente

| leggi tutte le sue recensioni

Un giornalista ha deciso di sposarsi; a mettergli i bastoni tra le ruote e il suo direttore, il quale vuole che resti a lavorare per lui e, in quella circostanza, riesca ad avere l'esclusiva degli ultimi minuti di vita di un condannato a morte mediante impiccagione. Nella vicenda si ironizza amaramente sulla professione del giornalista, quasi sempre pronto a sfruttare ogni disgrazia altrui pur di trarne vantaggio. Il film è un capolavoro, uno dei film migliori di Wilder nonché la migliore interpretazione di Lemmon e Matthau, capaci di far ridere dalla prima all'ultima battuta.

Ritieni utile questa recensione? SI NO