Pink Floyd. The Wall

Regia di Alan Parker

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 20.50
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.5
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Dopo aver attraversato il disumano sistema scolastico britannico, un ragazzo diventa una rockstar fragile e instabile. Trova conforto solo nella folla dei suoi ammiratori.

Comprali insieme:

Gli utenti che comprano Pink Floyd. The Wall acquistano anche Lavagna Magnetica con cavalletto (100002569) Eichhorn € 44.99
Pink Floyd. The Wall
aggiungi
Lavagna Magnetica con cavalletto (100002569)
aggiungi
€ 65.49

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.7 di 5 su 3 recensioni)

5.0 The Wall

Film avanti di almeno due decenni: struggente, geniale e coraggioso. Bellissime le musiche (anche se purtroppo manca Hey You, che si trova fra i contenuti speciali) ma anche la messa in scena. Acquisto consigliato a tutti gli amanti della buona musica e non soltanto ai fan più sfegatati dei Pink Floyd.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Outside the wall

Roger Waters è un visionario che ha fatto delle sue ossessioni il tema predominante di tutta la sua discografia. Nel film è anche perggio: il muro è un demone interiore che si costruisce piano, piano dentro di te, lasciandoti nessuna via di fuga. Ma il muro è anche fuori, noi siamo i muri che costruiamo, noi i soli che possiamo abbatterli. Psicadelico, visionario, estremista, tutto questo è The Wall!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 1979 - 2010

Forse il senso del film lo si comprende appieno solo oggi, quando Roger Waters avverte il bisogno di un nuovo tour mondiale che ne riproponga i contenuti.
Perché mai di nuovo Il Muro dopo più di trent'anni? Scrive il bassista e paroliere al proprio sito: "Mi sono imbattuto in qualcosa che scrissi 22 anni fa: le tecnologie della comunicazione nella nostra cultura servono a capirci l'un l'altro meglio oppure ad allontanarci? ". Così la manipolabilità della massa di fans della rockstar - parata di skinheads nel film - assume carattere generale e generico nel contesto globalizzato e globalizzante del presente. Ora è chiaro a chi era in realtà diretto lo sputo in faccia del socialista Waters al ragazzino esagitato al concerto (genesi di "The Wall") . Per quanto concerne il DVD in sé siamo di fronte ad una rappresentazione forzatamente semplificata di alcune figure-chiave dello sviluppo adolescenziale (il padre assente, l'eccessiva presenza della madre, il maestro) , ma i temi musicali (compreso il celebre leitmotiv) elaborati sono di eccellenza tenuto anche conto del fatto che vennero assemblati in pochissimo tempo e in nera crisi finanziaria.

Ritieni utile questa recensione? SI NO