Il pianista

Regia di Roman Polanski

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 9.99
  • Prezzo scontato: € 5.59
  • Sconto: € 4.40 (44%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.5
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Sei anni di vita del musicista polacco Wladislaw Szpilman, dal settemnre del 1939 al crollo del III Reich. Essendo di religione ebraica, l'uomo è costretto a fuggire la deportazione insieme alla sua famiglia, nascondendosi nel ghetto di Varsavia. Rintanato in vari nascondigli, soffre la fame, la paura e sperimenta tutte le sofferenze e le umiliazioni della guerra riuscendo a sopravvivere grazie alla solidarietà di tante persone e di un ufficiale tedesco che, avendolo sentito suonare, decide di aiutarlo.

Comprali insieme:

Gli utenti che comprano Il pianista acquistano anche Dei delitti e delle pene di Cesare Beccaria € 7.99
Il pianista
aggiungi
Dei delitti e delle pene
aggiungi
€ 13.58

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Il pianista e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.7 di 5 su 9 recensioni)

5.0 Il pianista

Un brillante pianista polacco, di origine ebraica, viene confinato nel ghetto di Varsavia, fugge alla deportazione e viene aiutato a sopravvivere da un ufficiale tedesco. Roman Polansky è veramente impeccabile, lo stile della regia è asciutta e perfetta per questo genere di film. Anche il cast è eccezionale. Bello!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Non è il solito film sulla Shoa

Un regista ebreo come Roman Polansky. Un attore di origine ebraica come Adrien Brody. E un protagonista ebreo come "il pianista". Non è il solito film sulla Shoa. Un film lento, noioso per la prima parte, ma bello e memorabile per il realismo e la pacatezza con cui il regista tratta un tema così delicato, ma da sempre trattato. Un'impresa difficile che ad un maestro come Roman Polansky è riuscita alla grande.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Bellissimo

Film forte che a tratti lascia sgomenti per la brutalità dei fatti trattati. Necessario sopportare alcune scene per comprendere il percorso psicologico e spirituale del protagonista, celebre pianista, catapultato come tutti nel vortice della guerra che non distingue tra talenti e persone ordinarie.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Un bellissimo capolavoro

Roman polanski in questo fil parla e denuncia le atrocità dei nazisti e parla in modo indelebile dell'olocausto. Film forte ma merita la visione

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 agghiacciante

Una storia straordinaria e tragica vissuta da protagonista. Scampare alla strage per cercare di sopravvivere in un inferno di umanità e sentimenti dimenticati. Le pause, i silenzi, le stanze vuote, le strade deserte raccontano più di molti dialoghi la desolazione, materiale e morale, di un'intera epoca.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Film capolavoro

Film capolavoro del regista Roman Polanski. Il protagonista è un pianista ebreo che vive a Varsavia e subisce le persecuzioni dei tedeschi durante la seconda guerra mondiale; riesce a sfuggire alla deportazione nei campi di sterminio ma è costretto a a nascondersi per mesi e mesi nel ghetto, soffrendo fame e stenti. Unico sogno continua a essere la musica ... Consiglio vivamente di vederlo!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 bellissimo e commovente

Film bellissimo e commovente di Roman Polański, che tratta argomento dolorosi ed angoscianti: l'occupazione di Varsavia da parte dei Tedeschi durante il secondo conflitto mondiale, la creazione del ghetto ebraico, la deportazione degli Ebrei nei campi di sterminio. Il protagonista è un pianista, che riesce a sfuggire al rastrellamento del ghetto di Varsavia e alla deportazione, ma è costretto a vivere di nascosto tra le rovine della città, supportato dal suo amore per la musica.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Capolavoro

Capolavoro del genere. Ripercorre le vicende di un pianista polacco in quello che sarà il ghetto di Varsavia durante la 2a guerra mondiale. La storia tratta i temi forti della persecuzione e deportazione degli Ebrei e di come il protagonista (uno tra i pochi) si salva per puro miracolo. Rivedendolo si notano dettagli storici che sfuggono ad una visione frettolosa.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Il coraggio di parlare d'olocausto

La storia tratta di un uomo, Wladyslaw Szpilman, che è costretto a vivere la tragedia del nazismo e l'orrore dello sterminio attraverso le stanze e le vie di una città, anch'essa succube della pazzia dell'uomo: così Roman Polanski descrive l'olocausto.

Ritieni utile questa recensione? SI NO