Philadelphia

    Philadelphia

    Regia di Jonathan Demme

    Aggiungi al carrello
    • Prezzo: € 7.99
    • Prezzo scontato: € 7.59
    • Sconto: € 0.40 (5%)
    Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
    Voto medio del prodotto:
    5.0
    Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi
    RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
    Acquistando questo prodotto raccogli 8 beenz o più.   Scopri come

    Dettagli del prodotto

    Contenuto

    Affetto da AIDS, un brillante avvocato omosessuale viene licenziato. Convinto di essere stato discriminato, fa causa allo studio legale in cui lavorava. "Nessuno voleva occuparsi del suo caso... finché un uomo non decise di sfidare il sistema".

    Comprali insieme:

    Gli utenti che comprano Philadelphia acquistano anche Per il Re e per la patria Regia di Joseph Losey € 12.99
    Philadelphia
    aggiungi
    Per il Re e per la patria
    aggiungi
    € 20.58

    Prodotti correlati:

    Altri utenti hanno acquistato anche:

    Recensioni degli utenti

    Scrivi una nuova recensione su Philadelphia e condividi la tua opinione con altri utenti.

    Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 3 recensioni)

    5.0 Cult del cinema

    Film davvero straordinario del 1993, diretto da Jonathan Demme, che si concentra sulla storia di un brillante avvocato omosessuale, affetto dalla terribile malattia dell'AIDS, che raggiunse la sua maggior diffusione negli anni Novanta; Il protagonista viene interpretato da un abilissimo Tom Hanks, mai visto così profondo ed abile nella recitazione (a parte Forrest Gump). Il film ha ottenuto critiche alquanto positive, ottenendo diverse nominations agli Oscar e vincendone addirittura due (miglior attore protagonista e migliore canzone). Film da vedere assolutamente, è un capolavoro, merita le cinque stelle.

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    4.0 Consigliato

    Film toccante che tratta il tema della discriminazione verso gli omosessuali e il difficile problema dei malati di aids. Tom Hanks nella parte di un brillante avvocato omosessuale, viene licenziato quando i soci del suo studio scoprono che ha contratto il virus dell'aids. Solo un coraggioso avvocato, Denzel Washington, deciderà di aiutarlo a vincere la sua causa contro lo studio legale che lo ha discriminato

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    5.0 Emozionante

    Un film bellissimo che tratta di un problema, quello dell'AIDS e dell'emarginazione, purtroppo sempre troppo attuale nella nostra società. Le prestazioni attorali dei protagonisti, soprattutto Tom Hanks, sono sublimi ed anche la colonna sonora, soprattutto con la lirica della Callas, regala momenti davvero molto toccanti. Film che non può mancare in alcuna collezione.

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    5.0 Un film imperdibile

    La sublime interpretazione del premio oscar Tom Hanks non può che catturare al meglio lo spettatore ed in questo film supera davvero se stesso. Una stroria toccante che racconta con estrema umanità il dramma di chi contrasse l'aids in quegli anni e delle discriminazioni che dovettero subire, il tutto contornato da un'eccellente colonna sonora.

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    5.0 Philadelphia

    Un film straordinario, un Tom Hanks come nessuno l'ha mai visto... Un'interpretazione a dir poco eccezionale (e di tutto il cast in generale). Un storia commovente e che fa riflettere tanto su temi così delicati come l'Aids e l'omosessualità. Consigliato.

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    4.0 Toccante

    Un film toccante che ti cattura grazie alla grande interpretazione del premio oscar Tom Hanks che in questo film supera se stesso. Una colonna sonora eccezionale che vede la presenza di "the Boss" Bruce Springsteen che dona una delle sue più belle canzoni "Streets of Philadelphia".

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    5.0 Struggente

    Un film struggente in cui Tom Hanks ci regala una delle sue interpretazioni più belle. I suoi occhi in alcune parti del film dicono tutto. Indimenticabile la colonna sonora... Insomma un capolavoro

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    4.0 Philadelphia: città degli scandali

    A 53 anni di distanza dalla "Commedia" di quel memorabile terzetto composto da Grant, Stewart e la "rossa" Hepburn (Scandalo a Filadelfia), la città di Philadelphia torna ad essere centro e nucleo di un nuovo scandalo. Ovviamente cambiano luoghi, le situazoni e i personaggi. Andrew Beckett (divino Tom Hanks) è un giovane avvocato modello: appena uscito dall'Università ha subito dimostrato le sue brillanti capacità ed è stato assunto e promosso nel più illustre studio legale della città, di cui è capo un cinico e bigotto Jason Robards (in una interpretazione brillante). La sua carriera crolla verso il baratro quando, con la scusa di un errore logistico che avrebbe commesso, viene licenziato. In realtà Andrew, gay dichiarato (ma non al lavoro) e felicemente fidanzato(con Antonio Banderas)ha contratto l'Aids e il consiglio di amministrazione è venuto a saperlo. Fa causa al suo studio legale assoldando un agguerrito avvocato di colore(Denzel Washington)che, inizialmente restio e pieno di pregiudizi, prenderà a cuore la causa del suo assistito, imparando a conoscere il mondo e l'animo tenero e profondo di quest'ultimo. Vincitore di 2 Oscar, uno al memorabile Hanks e l'altro alla profonda canzone del Boss "Streets of Philadelphia", il film vanta oltre all'ottimo cast e alla commovente colonna sonora(nomination anche a Neil Young per la bellissima e strappalacrime "Philadelphia"),un ottima sceneggiatura che vede nella parte centrale una scena da antologia: Beckett/Hanks, in vestaglia, mentre sta studiando con il suo avvocato le domande/risposte per la seduta in Tribunale, accende il giradischi e sulle note della Callas, si emoziona, in mezzo al salone,appeso alla flebo, lasciando esterrefatto e colpito lo stesso avvocato che preferisce lasciarlo solo ad ascoltare la musica, piuttosto che stressarlo ulteriormente. Hanks c'avrebbe riprovato, sempre con successo, l'anno successivo con Forrest Gump. Fu il suo periodo più florido e forse l'interpretazione del fragile, buono e brillante Beckett resterà per sempre il suo ruolo migliore.

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO