Non ci resta che piangere

Regia di Massimo Troisi, Roberto Benigni

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 9.99
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
5.0
Spedito normalmente in 4/5 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Saverio e Mario dopo un violento acquazzone si ritrovano inspiegabilmente nell'anno 1492. Tenteranno comicamente di adattarsi agli usi e costumi dell'epoca e incontreranno Leonardo da Vinci. Ma il loro tentativo di impedire a Cristoforo Colombo la scoperta dell'America sarà vano.

Comprali insieme:

Gli utenti che comprano Non ci resta che piangere acquistano anche Padre padrone Regia di Paolo Taviani € 7.11
Non ci resta che piangere
aggiungi
Padre padrone
aggiungi
€ 17.10

Voto medio del prodotto:  5.0 (4.8 di 5 su 25 recensioni)

5.0 Non ci resta che ridere

Bellissima commedia all'italiana con due dei più grandi attori di sempre: Massimo Troisi e Roberto Benigni, che oltretutto sono anche i registi di questo film. La loro è stata una collaborazione straordinaria che gli ha consentito di creare una commedia diversa dalle altre, che narra l'assurda storia di due uomini che si ritrovano sbalzati nel passato, esattamente nel 1492, e che cercano di impedire a Cristoforo Colombo di scoprire l'America. Nel loro assurdo viaggio nel passato conosceranno anche Leonardo Da Vinci. Un film tutto da ridere, con una comicità semplice e pulita!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Risate genuine

Una commedia classica con due dei migliori comici di sempre, Massimo Troisi e Roberto Benigni, ambientato nel Novecent... Ehm, forse no. Gli stravaganti comportamenti dei due amici, che si trovano catapultati in un ambiente a loro non familiare, faranno morire dal ridere qualsiasi spettatore, con una comicità sempre fresca anche a distanza di anni... In tutti i sensi!
Risate vere, assicurate dalla visione di quello che è un film vero, di altri tempi... le cui risate, però, sono ancora attuali! E ricordatevi, senza offesa, che "tanto, dovete morire!".

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Magnifico

Una pellicola geniale. Battute e gag a non finire che mostrano due mostri sacri della comicità che, girando il film, si divertivano in prima persona. Il personaggio senza dubbio più esilarante è Leonardo da Vinci, che non riesce a comprendere i suggerimenti dei due protagonisti provenienti dal futuro.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Gran coppia

Una grandissima coppia del cinema Italiano ci pone in un altra epoca, il film è veramente divertente anche perchè si capisce benissimo che i due attoriregisti sul set si divertono tantissimo. E' un film ricchissimo di battute che oggi a distanza di trent'anni sono ancora vive nel parlato.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 A spasso nella Storia del Quattrocento

Celebre pellicola del 1984, che vede alla regia e come protagonisti i mitici Benigni e Troisi, in una paradossale vicenda a spasso nel tempo e più precisamente nel 1492. Conosceranno Da Vinci e tenteranno di interagire con la Storia, per esempio ostacolando Cristoforo Colombo nella sua famosa scoperta.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Stupendo

Esilarante film di Benigni e Troisi, uno dei migliori film comici di sempre.
Ambientato durante il medioevo, si incontrano personaggi del calibro di Leonardo Da Vinci e Savonarola e si ha uno scorcio più o meno veritiero della vita quotidiana dell'epoca, il tutto condito con la solita immensa simpatia.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Che coppia

Uniamo il talento e la simpatia dei due più grandi attori italiani dagli anni 80 ad oggi, l'originalità della trama e battute che, ancora oggi, vengono ripetute nei dialoghi tra amici ed otteniamo uno dei capolavori della nostra cinematografia che non smetteremmo mai di guardare. Benigni è la spalla di Troisi e Troisi quella di Benigni, due geni la cui somma diventa quattro... Chi non l'ha ancora visto, deve assolutamente rimediare!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Grande coppia

Film di culto, sgangherato e esilarante. Troisi e Benigni si inventano coppia comica trovando un equilibrio e un'alchimia esplosiva. Il film si fa ricordare per le tante gag irresistibili e per la geniale rivisitazione del rinascimento italiano, i cui personaggi (Leonardo, Savonarola) vengono bonariamente presi in giro.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Immensa comicità

Troisi e Benigni insieme non potevano che tirar fuori dal cilindro un capolavoro di comicità e ilarità. Napoletano l'uno e toscano l'altro danno il loro meglio in questa rivisitazione di alcuni dei principali avvenimenti storici e scene esilaranti con personaggi del passato come ad esempio l'incontro con Leonardo Da Vinci.
Film davvero bellissimo!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Non ci resta che ridere

Film strabiliante della coppia Benigni, Troisi. Metti insieme un toscano con un napoletano e ne viene fuori un capolavoro della comicità. Mai volgare e godibilissimo nella trama scorre che è una bellezza.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Siamo fortunati ad averlo!

Una coppia perfetta. Da un lato il toscano Benigni, un po' cinico, dall'altro la disarmante semplicità del napoletano Troisi. Il film più che un film è un succedersi di situazioni divertenti e paradossali. Il motivo principale è rappresentato dal viaggio nel tempo dovuto a un temporale e dai disperati tentativi di ritornare a casa. Ma bisogna fare i conti con le leggi del Savonarola, le invenzioni di Leonardo da Vinci e magari si potrebbe impedire a Colombo di scoprire l'America. Bellissimo.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Che coppia quei due

Viene proprio da dire peccato che ne abbiano fatto uno solo di film assieme, due comicità molto distanti, ma che assieme si completavano splendidamente. La scena della dogana è ormai un cult, se non altro perché è un emblema attualissimo della burocrazia ancora oggi imperante in Italia. Film assolutamente da vedere, forse non è il film più comico del mondo, ma sicuramente divertente.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Non ci resta che piangere (25)