Il medico dei pazzi

Regia di Mario Mattoli

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 9.99
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
3.5
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Fingendosi studente di medicina, un ragazzo estorce per anni i soldi ad uno zio; quando l'uomo decide di andare a vedere i progressi del nipote, quest'ultimo, con la complicità degli amici, trasforma la pensione in cui vive in una clinica psichiatrica.

Comprali insieme:

Gli utenti che comprano Il medico dei pazzi acquistano anche Arrivano i dollari! Regia di Mario Costa € 7.99
Il medico dei pazzi
aggiungi
Arrivano i dollari!
aggiungi
€ 17.98

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.7 di 5 su 3 recensioni)

3.0 Allegra commedia

Totò, Don Felice, sindaco di Roccasecca, si reca a trovare il nipote credendolo psichiatra, mentre il tale è un ludopatico che sperpera i soldi dello zio e che si finge direttore di una clinica, che invece è la pensione dove alloggia. Da qui nascono innumerevoli gag, equivoci che vedono tutta la verve di Totò alle prese con presunti matti che sono in realtà clienti, ognuno con il suo "pallino": da un musicista mancato a una vedova sconsolata, a una che vuole sposare al figlia un tantino "zimbella" ad acrobati che lo prendono per provare il lancio del nano. Tra un sorriso e l'altro, il film porta a concludere che il mondo è pieno di paradossi e ognuno ha le sue manie, spesso latenti.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Esilarante gage

Totò, Don Felice Sciosciamoccia, sindaco di Roccasecca, crede che il nipote, Ciccilo, sia laureato in psichiatria. Si reca a trovarlo e scopre che è un ludopatico, che gli spilla soldi per pagare i debiti di gioco. Il nipote finge che la "pensione Stella" dove alloggia sia una clinica psichiatrica, dove lavora come direttore. Totò, intimorito dal contatto con i pazzi, li asseconda nelle loro strane richieste, e solo il mattino seguente si risolvono gli equivoci grotteschi e si scopre che sono tutte persone normali, con il proprio "pallino". Intanto Totò avrà una notte turbolenta: tra un mancato musicista, una vedova sconsolata, una che cerca di maritare una figlia zitella e zimbella "con i mò di mammà", acrobati del circo che lo prendono per il lancio del nano, (numero dell'epoca oggi dichiarato incostituzionale per lesione della libertà personale, art. 13 Cost.). Lieta parodia di come ognuno, senza darlo a vedere e forse inconsapevolmente, nel suo piccolo ha manie o tarli latenti.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Formidabile farsa con Totò

Diretto da Mario Mattoli, questo film del 1954 (a colori! ) è tratto dall'omonima farsa di Eduardo Scarpetta (re della comicità partenopea e padre naturale dei fratelli De Filippo) . Felice Sciosciammocca, sindaco di Torresecca, si reca a Napoli a trovare il nipote, sedicente medico di un manicomio che, per cavarsi d'impiccio, spaccerà gli inquilini di una pensione per pazzi. Il povero Totò, terrorizzato, rimarrà presto in loro balìa... Con Aldo Giuffrè, Giacomo Furia e Pupella Maggio.

Ritieni utile questa recensione? SI NO