marPiccolo

Regia di Alessandro Di Robilant

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 9.99
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
5.0
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Paolo VI, zona sud di Taranto. Un quartiere fatto di strade rotte, di autobus che non passano, di case prefabbricate, con la sagoma minacciosa dell'ILVA con i suoi veleni da una parte e dall'altra il profilo liquido del "marpiccolo". Qui vive Tiziano che va a scuola poco e male, ha alle spalle una famiglia con molti problemi, fa lavoretti per Tonio, il boss locale, e sogna soltanto d'andarsene via. Per lui il futuro sembra segnato. E quando finisce al carcere minorile, pare non esserci più nessuna speranza. Ma Tiziano non è solo: intorno a lui De Nicola, l'educatore, la Costa, la professoressa d'Italiano, Stella, la sua ragazza, Lucia, la sua sorellina, e Maria, sua madre. E persino Franco, suo padre, in apparenza lontano e ostile. Tutti hanno fiducia in lui, non si lasciano demoralizzare, perché credono che Tiziano abbia una possibilità. È questa umanità dolente, buffa e contraddittoria che salva Tiziano. Ci saranno scelte difficili, tradimenti e riappacificazioni. Dolore e amore.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su marPiccolo e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 2 recensioni)

5.0 Un film utile

Non si sceglie il posto in cui si nasce, dopo si può andar via ma non è sempre facile, c'è spesso qualcosa che ci trattiene. Tiziano non ha scelto di nascere a Taranto ma ci deve vivere, deve vivere con l'incombente minaccia del mostro Ilva, della criminalità che, anche in questo caso, non sei tu a scegliere. Ma una piccola luce, una speranza alla fine la si trova.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Tanto vera!

Una storia del profondo sud martoritao dai soprusi, dalla disoccupazione, dalle case popolari, dalla piccola e grande criminalità. Una storia però con un filo di speranza, toccante e riflessivo. Peccato che non abbia avuto il giusto riconoscimento nazionale. Ottima la regia.

Ritieni utile questa recensione? SI NO