Lettere da Iwo Jima

Regia di Clint Eastwood

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 9.99
  • Prezzo scontato: € 7.19
  • Sconto: € 2.80 (28%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.5
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Sessant'anni fa l'esercito americano e quello giapponese si sono scontrati a Iwo Jima. Decenni dopo diverse centinaia di lettere sono venute alla luce, lettere che danno volto e voce agli uomini che hanno combattuto sull'isola e al generale che li ha guidati. I soldati giapponesi vengono inviati a Iwo Jima pur sapendo che molto probabilmente non faranno mai ritorno in patria. Al comando c'è il generale Tadami Kuribayashi, che durante i suoi viaggi in America ha compreso l'inutilità della guerra . Con pochi strumenti di difesa le tattiche del generale Kuribayashi riescono a trasformare quella che era stata immaginata come una sconfitta rapida e sanguinosa in un lungo combattimento eroico.

Comprali insieme:

Gli utenti che comprano Lettere da Iwo Jima acquistano anche Million Dollar Baby Regia di Clint Eastwood € 7.99
Lettere da Iwo Jima
aggiungi
Million Dollar Baby
aggiungi
€ 15.18

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.6 di 5 su 7 recensioni)

4.0 La guerra, vista dall'altra parte

Il valore del film è nella caratterizzazione di alcuni personaggi tra cui spiccano sicuramente il generale, nobile di animo e portamento, intelligente e pronto a prendere decisioni controcorrente, e di alcuni ufficiali, tra cui l'ex olimpionico che si dimostra così generoso da curare un ferito americano dedicandogli i pur scarseggianti medicinali. Rispetto al film con il quale si costituisce il dittico, questo ha il pregio di essere più coeso e univoco (l'ambientazione e l'arco temporale non variano sostanzialmente come in Flags of our fathers) . Il progetto di Eastwood era di raccontare dalle due fazioni l'orrore di una guerrra e di una carneficina tra esseri umani che sembrano così diversi ma che in realtà sono molto simili: non si può dire che non sia riuscito meravigliosamente, avendoci riservato momenti di riflessione e di emozione.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Da togliere il fiato

Ottimo film molto bello poetico ed emozionante! L'unica pecca è che forse la durata eccessiva un po' lo penalizza e lo rende leggermente pesante ma rimane comunque molto bello! Davvero una grandissima recitazione e scenografia sublime!
Capolavoro e basta!
E poi così ormai ci ha abituati il grande Clint.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Un film eccezionale

Uno dei film più belli che abbia mai visto.
Si conferma il genio di Clint Eastwood come regista, che in questa pellicola decide di raccontare la guerra "dall'altra parte", ovvero da quella degli sconfitti. Il film è molto toccante, descrive perfettamente lo stato d'animo di chi doveva combattere la guerra per l'imperatore, per la patria e che quindi imponeva anche il sacrificio della propria vita. Fortunatamente questo film non sfocia in una celebrazione dell'americanità più totale e mostra il lato umano di coloro che venivano e vengono tutt'ora descritti come macchinette pronte ad obbedire alle follie di un uomo.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 bellismo

bellissimo! per una volta clint eastwood ci da la possibilità di guardare la guerra da entrambi i punti di vista tramite questo film e "flags of our father"..toccante e molto commovente consiglio assolutamente la visione di questo film..

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Davvero eccellente

In Giappone, "Lettere da Iwo Jima" è stato in cima alla classifica dei film più visti per cinque settimane, e basta guardarlo una volta per capirne la ragione: storicamente realistico, magistralmente girato e davvero commovente, questo film è un esempio di come uomini di culture diverse possano arrivare a capirsi ed apprezzarsi vicendevolmente nonostante tutte le loro differenze.
br /Raccomando la visione di quest'opera anche a persone che non sono interessate a film di guerra (il film è pieno di scene cruente, ma servono a sottolineare come tutte le guerre siano una cosa terrible, non sono fini a sè stesse).

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 capolavoro

Più ci penso a questo film e più mi convinco che non è possibile trovare alcuna pecca.
Si tratta di un grandissimo film che non può essere definito un film di guerra ma un film sulla guerra!
La descrizioni di questi uomini, che un tempo si davano la mano, oggi costretti a comabattersi ha un qualcosa di profondamente triste se si pensa a tute le vittime inutili di tutte le inutili guerre.
Clint Eastwood dimostra di essere un regista dalla spiccata sensibilità!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Un film da vedere e rivedere

Sul finire della seconda guerra mondiale, poche migliaia di soldati giapponesi, agli ordini del generale Kuribayashi, si apprestano a difendere l’Isola di Iwo Jima, primo avamposto di difesa dell’ impero del Sol levante, dalla massiccia e inarrestabile avanzata americana nel pacifico. Il film è testimonianza non solo di drammi umani – giovani che pensano alla famiglia, alla moglie incinta e a figli che mai conosceranno – ma anche, e soprattutto, della secolare e fiera cultura nipponica, nella quale la resa è peggiore della morte. Proprio il generale Kuribayashi, che discende da un’antica famiglia di samurai, è l’incarnazione dello spirito indomito di un popolo che vede i propri soldati difendere ogni palmo della sacra patria del Giappone fino all’ultimo uomo. Il film è particolare anche perché, al contrario di come avviene di solito, la storia viene rivisitata non attraverso gli occhi dei vincitori, ma degli sconfitti. Uno dei più bei film visti di recente, impreziosito da una stupenda colonna sonora. Consigliato.

Ritieni utile questa recensione? SI NO