Hotel Meina

Regia di Carlo Lizzani

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 9.99
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
3.0
Spedito normalmente in 9/10 giorni lavorativi
Consegna prevista dopo Natale In ritardo con i regali? Scopri i nostri Buoni Regalo da stampare o da inviare per e-mail.

Dettagli del prodotto

Contenuto

Lago Maggiore, settembre 1943. Un gruppo di sedici ebrei italiani, provenienti dalla Grecia, sono ospiti dell'Hotel Meina. In seguito all'8 settembre, giorno dell'armistizio fra l'Italia e gli Alleati, un reparto di SS capitanato dal comandante Krassler giunge a Meina. All'inizio non è chiaro quali siano gli ordini. Gli ebrei vengono reclusi nell'Hotel e inizia una settimana di attesa, terrore e speranza. È una strana convivenza tra ebrei, ospiti dell'albergo non ebrei e SS. Si discute sulle possibilità di fuga, mentre gli stessi tedeschi attendono ordini. Forse anche per loro si sta avvicinando la fine della guerra. Ma poi inizia l'escalation verso la strage. Le SS prelevano gli ebrei a piccoli gruppi e li traducono fuori dall'albergo per interrogarli, così dicono, al Comando della vicina città di Baveno. In realtà li massacrano e poi li gettano nel lago. Risulterà vano anche il tentativo di salvarli fatto da Cora, una tedesca antinazista collegata ad una Rete che opera tra Svizzera e Italia. Film basato su fatti realmente accaduti.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Hotel Meina e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 2 recensioni)

3.0 HOTEL MEINA

In questo hotel sul lago, arrivano i nazisti e lo sequestrano, confinando nelle camere gli ebrei presenti.
Non è subito chiaro quali ordini abbiano, alla fine, comunque li uccidono tutti senza pietà, buttando poi i loro corpi nel lago.
Pur basato su fatti realmente accaduti, questo film non mi convince.
I tedeschi sembrano perfino "gentili" a tratti "comprensivi"; in una scena, addirittura, servono ai tavoli dell'hotel per mostrare ai camerieri italiani quale sia il modo giusto... E lo fanno con spirito!
Ritengo questo atteggiamento davvero improbabile per quegli spietati assassini, intransigenti, pronti a sparare per qualsiasi futile motivo.
Nel film "L'uomo che verrà", che narra un fatto della stessa epoca buia, il terrore e l'angoscia si respirano subito, quando arrivano i nazisti: non c'è l'aria "rilassata" da gita sul lago, che giunge invece dalle immagini di questo film.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Hotel Meina.

Una vicenda vera quella dell'eccidio in massa di tutti gli ebrei rifugiati in questo Hotel. Vittime che non ebbero nessuna giustizia, processati pochissimi dei carnefici con condanne che si conclusero con pene ridicole o addirittura, con la completa assoluzione dell'imputato. E questa e' l'unica parte che corrisponde alla realta' dell'episodio. Ebrei che circolano liberamente per l'Hotel, che convivono pacificamente con le squadraccie di SS appositamente giunte per commettere la strage, e' credibile questo?. Un personaggio ambiguo assolutamente colpevole, viene qui dipinto come un eroico salvatore di vite umane. Ma quando mai, si e' sentito di una persona che come unico credo aveva il Dio Hitler e il nazismo, salvare una qualsiasi vita umana se non la sua quando le cose si misero male?

Ritieni utile questa recensione? SI NO