A History of Violence

Regia di David Cronenberg

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 7.99
  • Prezzo scontato: € 6.90
  • Sconto: € 1.09 (14%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.0
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Tom Stall vive tranquillo e felice con la moglie avvocato e i loro due bambini nella piccola città di Millbrook, Indiana. La loro idilliaca esistenza va in pezzi quando una notte Tom sventa una rapina nel suo ristorante. L'uomo, incurante del pericolo, salva i suoi clienti e amici uccidendo i due criminali. Dopo quella notte tutti lo considerano un eroe e il circo dei media lo spinge sotto i riflettori. A disagio per questa inaspettata celebrità, cerca di ritornare alla vita normale, ma si trova a fare i conti con un tipo misterioso, arrivato in città credendo che Tom sia l'uomo dal quale in passato ha subito ingiustizie. Tom e la sua famiglia reagiscono allo scambio di identità e lottano per far fronte alla nuova realtà, ma sono costretti a rivedere le loro relazioni e i loro problemi.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Voto medio del prodotto:  4.0 (3.8 di 5 su 13 recensioni)

3.0 Film bel fatto, ma...

Non nascondo un certo pregiudizio di fondo nei confronti dei thriller. Mi piace vederli, per carità, mi emozionano (angosciano) tantissimo. Solo che nel 90 dei casi il piacere finisce lì, sullo schermo. Io amo quei film che fanno sorgere riflessioni più o meno complesse, quelli per cui farci pippe mentali per giorni. "A history of violence" non è uno di questi film: regia ineccepibile, sceneggiatura e recitazione dignitosissimi, tensione altissima, ma - come quasi tutti i thriller - il piacere di vederlo rimane sterile. Qualche minuto dopo la fine della storia, già mi ero dimenticato parte della trama. Ripeto, resta comunque un gran bel filmazzo. Tre stelle.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Era finita la pellicola?

Nonostante la storia sia più che interessante, che il cast sia ben scelto e ben funzionante e che l'azione non manchi, il film termina di netto, come se il regista avesse finito la pellicola a sua disposizione. Un uomo dal passato oscuro cambia città per rifarsi una vita, ma il passato un giorno torna a tormentarlo e a ricordargli da dove viene. Alla scoperta di questo la sua famiglia sarà a dir poco sconvolta.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Azione e suspance

Un film molto intenso, con una trama molto originale che racconta la storia di un uomo in apparenza come tanti, ma che in realtà nasconde un terribile passato, fatto violenza e criminalità che un giorno riaffiora a causa di una rapina sventata nel suo locale. Infatti Tom finisce su tutti i giornali, e delle persone che hanno un conto in sospeso con lui si rifanno vive per chiudere definitivamente i conti. Devo dire che Cronenberg ha saputo girare un film che ha la giusta dose di tensione e azione, e che risulta imprevedibile fino alla fine.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Violenza rivelatrice

La mania Usa di ricavare film da fumetti per ovviare alla mancanza di idee degli sceneggiatori non sempre viene per nuocere, come attesta "History of violence" diretto nel 2005 da David Cronemberg. Il tranquillo barista Tom Stall, da vent'anni stimato cittadino di un paesotto dell'Indiana nasconde un passato terribile. Quando uccide per legittima difesa ma con insolita perizia due criminali diventa l'eroe del giorno e le televisioni si occupano di lui, attirando così l'attenzione di qualcuno che non si è dimenticato di quando Stall si chiamava Joey Cusack. Quanto ne consegue va ben oltre le regole del noir. Perché il problema di StallCusack non è solo difendere se stesso e la famiglia da nemici spietati, ma anche governare la violenza che, promanando da lui, contamina ciò che lo circonda. Ottimamente recitato da Viggo Mortensen in continua ascesa attoriale dopo l'exploit del "Signore degli anelli" e da Maria Bello, perfetta nel rendere l'attrazionerepulsione che su di lei esercita la mutata figura del marito e da caratteristi di lusso quali il sempre immenso Ed Harris e William Hurt, il film vale anche come metafora di una nazione nata dalla violenza e da essa irrimediabilmente segnata. O come riflessione sugli umani che, per quanto normalizzati dalla civiltà possano sembrare, alla minima occasione sono pronti a farsi a pezzi. Ma molti sono i temi e le riflessioni che il film suggerisce. Il tutto scandito da una regia curatissima. Capolavoro senza né ma né se.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Il nuovo Cronenberg

Con "A history of Violence" Cronenberg imprime una profonda svolta nella sua lunga carriera di regista. Divenuto celebre come uno dei massimi esponenti del cinema delle mutazioni, con questo suo film abbandona ogni elemento orrorifico per dedicarsi alla costruzione di un ottimo thriller basato sulle ambiguità dell'identità del protagonista.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Da vedere!

Film davvero non male con una splendida interpretazione di Viggo Mortensen! Anche la trama è davvero coinvolgente e ricca di tensione! Da vedere e rivedere più volte! Credo proprio uno dei migliori film thriller degli ultimi anni. Lo consiglio davvero.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Molto intrigante

La vita di un uomo comune viene sconvolta un giorno in cui per impedire una rapina nel suo locale, è costretto a intervenire.
In questo modo tutta l'attenzione mediatica si concentrerà su di lui, portando alla luce un torbido passato che per anni aveva cercato di dimenticare.
Per l'uomo comincerà un periodo buio, che segnerà profondamente la sua vita e quella dei suoi familiari.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Quanto tutto cambia

La vita tranquilla di un padre di famiglia viene sconvolta il giorno in cui per difendere il proprio locale da una rapina è costretto ad intervenire, ponendosi così al centro dell'attenzione.
Per la piccola cittadina in cui vive, Tom è un eroe, ma dopo pochi giorni strani personaggi cominciano ad assillare l'uomo, mettendo alla luce un passato fatto di violenza e mistero.
Ben recitato e con la giusta tensione.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Tensione al massimo

Tom è un uomo che vive tranquillo con la moglie e i due figli.
Un giorno gli capita per caso di sventare una rapina nel suo locale, da quel giorno viene considerato da tutti l'eroe del momento.
La sua improvvisa popolarità riaccende i riflettori sul suo misterioso passato, fino a far saltare la copertura di perbenismo che tanto ha faticato a costruirsi.
Tra azione e angoscia scorre veloce questo thriller, che nasconde un finale inaspettato.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 mi è piacuto ma non così tanto

il mio amore per Cronenberg è nato con i suoi mostruosi film sulla contaminazione della carne con tutto ciò che è altro. La sua svolta con questi ultimi film mi porta perplessità. Sono film che mi piacciono ma no più di tanto perchè ne esce più uniformato nonostante i suoi film in quanto a rappresentazione del cambiamento restino suigeneris.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Adrenalina

Film stupefacente che all'inizio svela poco e nulla,poi a mano a mano che la narrazione prosegue ci si ritrova catapultati in una storia con una tematica forte e coinvolgente,che spiana un finale aperto a molte possibilità.
Un Cronenberg superlativo!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Inaspettato

Un film dinamico che incuriosisce e coinvolge dall'inizio alla fine,in un crescente di sensazioni forti e imprevedibili che lo rendono interessante e inaspettato.
La vita di un uomo apparentemente come tanti,che subisce una brusca ricaduta nel passato a causa di un evento tragico che se da un lato lo farà apparire come una sorta di eroe,dall'altra lo rivelerà per ciò che realmente è.
Senza dubbio un film molto riuscito,con una buona e congeniata dose di thriller che lo rende spettacolare.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su A History of Violence (13)