La guerra dei mondi

Regia di Byron Haskin

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 7.99
  • Prezzo scontato: € 7.11
  • Sconto: € 0.88 (11%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.0
Disponibilità immediata solo 1pz.
Ordina entro 51 ore e 9 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo martedì 06 dicembre   Scopri come

Dettagli del prodotto

  • Ean: 8010773200202
  • Supporto: Dvd
  • Produttore: Universal Pictures
  • Genere: Fantascienza
  • Regia: Byron Haskin
  • Attori: Henry Brandon, Gene Barry, Ann Robinson, Robert Cornthwaite
  • Contenuti extra: trailers
  • Lingue: Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Tedesco
  • Colori: Colori
  • Anno di produzione: 1953
  • Area: Area 2 (Europa/Giappone)
  • Durata: 85'
  • Sottotitoli: Italiano, Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo, Portoghese, Danese, Finlandese, Norvegese, Olandese, Svedese, Turco
  • Formato Audio: Mono, Dolby Digital Surround
  • Sistema: PAL
  • Nazione: Stati Uniti

Contenuto

Una flotta di navi spaziali aliene piomba sugli Stati Uniti e, a colpi di raggi laser, comincia un'inesorabile invasione. L'atmosfera terrestre si rivela letale per gli organismi marziani che saranno costretti a tornare indietro.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0 Meglio questo che il remake

Tratto dal romanzo di H. G. Wells, il film è strutturato con inserti documentaristici (soprattutto in apertura quando viene descritto il sistema solare) e di cinegiornale (peraltro entrambi molto efficaci), che tuttavia non tolgono verve al sottostante profilo fantascientifico. La scena dell'attacco alieno su Los Angeles è sicuramente importante per i mezzi dell'epoca quanto a effetti speciali. Tra gli attori non spiccano particolari caratterizzazioni, se non quella del Professor Forrester, docente di fisica nucleare al politecnico che sarà di aiuto all'esercito nell'analisi scientifica dei mezzi del nemico. La trama incrocia spesso riflessioni e spunti religiosi (particolarmente efficace la scena in cui il reverendo si avvicina incosciente alle navicelle per cercare il dialogo e viene disintegrato). Il recente remake di Spielberg non si avvicina alla bellezza innocente dell'originale, sia perchè manca di questi spunti interpretativi sia perchè la storia sottostante anzichè fare da contorno, si definisce autonomamente come l'ennesimo modello di polpettone da blockbuster hollywoodiano (e tra l'altro la storia è modificata in maniera sostanziale, mantenendo solo l'impianto di fondo e alcuni particolari tecnici sugli aggressori).

Ritieni utile questa recensione? SI NO