Fortapàsc

    Fortapàsc

    Regia di Marco Risi

    Aggiungi al carrello
    • Prezzo: € 7.99
    • Prezzo scontato: € 6.79
    • Sconto: € 1.20 (15%)
    Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
    Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi
    RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
    Acquistando questo prodotto raccogli 7 beenz o più.   Scopri come

    Dettagli del prodotto

    Contenuto

    Nel 1985 Giancarlo Siani viene ucciso con dieci colpi di pistola. Aveva 26 anni. Faceva il giornalista, o meglio era praticante per Il Mattino, prima da Torre Annunziata e poi da Napoli. E' stato l'unico giornalista ucciso dalla camorra. Il film racconta gli ultimi quattro mesi della sua vita. La sua ultima estate quando, dal Vomero, dove abitava, tutti i giorni scendeva all'inferno di Torre Annunziata, regno del boss Valentino Gionta. Tutto, in quel periodo, ruotava intorno agli interessi per la ricostruzione del dopo terremoto e Giancarlo vedeva. E capiva. Si muoveva fra camorristi, politicanti corrotti, magistrati pavidi e carabinieri impotenti, come un giglio nel fango.

    Comprali insieme:

    Gli utenti che comprano Fortapàsc acquistano anche La teoria del tutto Regia di James Marsh € 14.78
    Fortapàsc
    aggiungi
    La teoria del tutto
    aggiungi
    € 21.57

    Prodotti correlati:

    Altri utenti hanno acquistato anche:

    Recensioni degli utenti

    Scrivi una nuova recensione su Fortapàsc e condividi la tua opinione con altri utenti.

    5.0 Fortapàsc

    Film di questo genere dovrebbero esser visti da tutti per non dimenticare che gli eroi non sono quelli della marvel, ma anche un semplice ragazzo di 26 anni puo essere considerato tale. In questa pellicola vengono narrati gli ultimi quattro mesi del famoso giornalista napoletano Giancarlo siani che osò sfidare la camorra con i suoi articoli

    5.0 Giornalisti giornalisti!

    Questo film di Marco Risi è l'ennesima conferma che l'arte serve per mantenere sveglie le coscienze, serve per non dimenticare. Mette in scena la breve vita di Giancarlo Siani, giornalista napoletano ucciso dalla camorra nel 1985 a soli 26 anni. Si occupava di cronaca nera e quindi di camorra. E come spiega il capo della redazione del giornale in cui lavorava Siani: "ci sono giornalisti-impiegati e giornalisti giornalisti! ".

    4.0 Un giornalista coraggioso

    La vita di Giancarlo Siani, un coraggioso giornalista napoletano che con i suoi articoli ha portato alla luce un mondo fatto di corruzione ed omertà.
    La storia però mostra anche la vita privata di un ragazzo come tanti, ma che a differenza di molti ha trovato il giusto coraggio di raccontare la verità senza paura delle conseguenze.

    4.0 Cronaca di una morte annunciata

    Libero Di Rienzo interpreta la figura di Giancarlo Siani nella Napoli del 1985 dove la camorra non è solo criminalità organizzata ma una filosofia, un modo di pensare perchè "anche la pioggia a Torre Annunziata diventava subito fango".

    4.0 Il silenzio è d'oro

    Ma la parola è d'argento. E anche se la penna uccide più che la spada, la vita può essere stroncata dal piombo. Come in un western il protagonista finisce sulle rotaie del treno ma il boato del suo coraggio soverchierà il rumore della bomba che l'ha cancellato dall'esistenza.

    4.0 Storie per riflettere e capire

    Il film racconta gli ultimi quattro mesi di vita del giornalista de "Il mattino" Giancarlo Siani, ucciso dalla camorra perchè era diventato un personaggio troppo scomodo.
    Il film prende in esame la vita di questo giovane di 26 anni, che ha una fidanzata che ama e contemporaneamente cerca di affermarsi con coraggio nel mondo del giornalismo.
    Siani porterà alla luce questioni scomode, nonchè una verità che costringerà tutti a fermarsi per un attimo per riflettere su un pezzo di società ormai alla deriva.
    Il protagonista principale è molto bravo, e con la sua semplicità enfatizza il concetto di "persone comuni" alle quali purtroppo capitano cose terribili.

    5.0 Storia vera e struggente

    Il film racconta la vera storia del giornalista del Mattino Giancarlo Siani, ucciso dalla camorra per mettere a tacere la sua verità che stava diventando troppo scomoda.
    E'un film intelligente e commovente che in maniera delicata e sincera mette in risalto una società consumata dalla camorra, in cui davvero pochi hanno il coraggio di opporsi e chi lo fa molto spesso paga con la vita.

    product