I figli degli uomini (Blu-ray)

Regia di Alfonso Cuaron

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 12.99
  • Prezzo scontato: € 7.14
  • Sconto: € 5.85 (45%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
3.5
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

  • Ean: 5050582723724
  • Supporto: Blu-ray
  • Produttore: Universal Pictures
  • Genere: Fantascienza
  • Regia: Alfonso Cuaron
  • Attori: Michael Caine, Julianne Moore, Charlie Hunnam, Clive Owen, Chiwetel Ejiofor, Claire-Hope Ashitey
  • Contenuti extra: commenti tecnici, scene inedite in lingua originale, dietro le quinte (making of), speciale
  • Lingue: Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Tedesco
  • Colori: Colori
  • Anno di produzione: 2006
  • Area: Area B (Europa, Australia, Nuova Zelanda, Africa)
  • Durata: 114'
  • Sottotitoli: Coreano, Francese, Greco, Inglese per non udenti, Italiano, Olandese, Portoghese, Spagnolo, Tedesco
  • Formato Audio: DTS 5.1
  • Sistema: Full HD
  • Nazione: Stati Uniti, Gran Bretagna

Contenuto

In un futuro prossimo l'umanità non riesce più a riprodursi. Nel momento in cui, dopo 20 anni di sterilità generale, una donna riesce miracolosamente a rimanere incinta, si diffonde una grande inquietudine fra gli abitanti della Terra e la futura mamma deve essere protetta.

Voto medio del prodotto:  3.0 (3.3 di 5 su 4 recensioni)

5.0 Un futuro arido

Uno dei migliori e più sottovalutati film di fantascienza di inizio millennio. Uno dei meno irrealistici, anche. Tratto da un romanzo di P. D. James (ma sembra scritto da Wyndham o Ballard) "I figli degli uomini" ("Children of men", 2006) è una cupa distopia ambientata nell'Inghilterra del 2027, divenuta uno stato totalitario fascista. Regnano miseria e ingiustizia e i profughi di colore vengono braccati e rinchiusi in centri di detenzione. Ma è la condizione disperata di tutto il pianeta. Aggravata dal fatto che da vent'anni non nascono più bambini. Il protagonista (un efficiente Clive Owen) riceve l'incarico di scortare una giovane africana rimasta incinta un miracolo, date le circostanze sino all'approdo di un nave che la porterà in una zona libera nelle Azzorre. Sarà un viaggio denso di pericoli e lutti. Il regista Alfonso Cuaròn ha detto di aver voluto fare un film che rispecchiasse le infamie della realtà odierna (com'è della migliore fantascienza) . Se la metafora non è particolarmente originale, resta indiscutibile la qualità della messa in scena. In particolare, gli ultimi minuti, tutti in piano sequenza con la telecamera a mano, lasciano a bocca aperta.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 DAVVERO SUGGESTIVA L'IDEA

L'idea da cui parte il film, ovvero che non nascono più bambini sulla terra, mi ha incuriosito non poco, soprattutto anche sapere come il regista avrebbe scelto di far evolvere la situazione. E devo dire che sono rimasta appagata solo in parte, perché, anche se il film risulta interessante, viene comunque trascurata l'analisi delle cause e delle ragioni di un tale stato delle cose. Peccato perché visti i presupposti, poteva scaturire qualcosa di molto più profondo.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Fa riflettere

Cuaron dà sfoggio delle sue abilità dietro la macchina da ripresa sfoderando interminabili pianosequenza di ostica e sorprendente realizzazione.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

2.0 Dramma fantasioso

Ancora una volta il cinema si tinge di scenari post atomici e guerra globale.L'uomo è sull'orlo dell'estinzione: inquinamento, surriscaldamento globale, esperimenti genetici... Il fatto è che da 18 anni non nascono bambini. A Cliwe Owen toccherà il compito di salvare l'unica donna che porta con se in grembo il seme della rinascita.

Ritieni utile questa recensione? SI NO