Fight Club

Regia di David Fincher

  • Prezzo: € 9.90
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.0
Prodotto non disponibile

Dettagli del prodotto

Contenuto

Uno yuppie insonne e in crisi incontra un uomo che cambia la sua esistenza e quella di tutti quelli come lui che sono in lotta contro la società.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Fight Club e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4.2 di 5 su 14 recensioni)

4.0 Grande libro, frande film

Il libro è eccezionale (e gli ho dato 5 stelline) ma il film non è da meno.
Il grande Fincher riesce in due ore a ricreare la tensione e l'atmosfera surreale presente nel libro.
L'attenzione, in questo caso, è molto concentrata sull'atipico rapporto tra i due protagonisti (Edward Norton e Brad Pitt) e il finale (imprevedibile, per chi non ha letto il libro) è realizzato alla perfezione.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Fight Club

Film geniale (e piuttosto violento) tratto dall'omonimo romanzo, "Fight Club" affronta in modo innovativo la tematica dell'alienazione del soggetto nella moderna società occidentale e del consumismo: "le cose che possiedi alla fine ti possiedono". Da qui, la ricerca di un soverchiamento di stampo anarchico della società. Ottima la regia e le interpretazioni di Pitt e soprattutto di Norton.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Una pietra miliare

Il film è coinvolgente, realizzato molto bene. Da manuale sono le scene in cui Tyler comincia ad apparire. E' uno di quiei film che, una volta terminati, devono essere rivisti da capo perchè tanti particolari che durante la prima visione sono sfuggiti, si chiariscono (notate la cabina del telefono, chi spacca i fari delle macchine...). Un film che ha fatto storia.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Ottimo

Uno dei pochi film dove ho gradito più il film del libro. In assoluto uno dei miei preferiti, in assoluto il miglior Brad Pitt al pari di the Snatch. Bello da vedere e rivedere

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Fight Club

"Le cose che possiedi alla fine ti possiedono! ". Su questa frase si concentra il tema di questo film diretto da David Fincher. Il film è uno dei tentativi meglio riusciti dell'espressione del disagio e del consumismo della società contemporanea. Edward Norton interpreta lo stereotipo dell'uomo moderno: si trascina in una vita fatta di eventi ciclici che svuotano di significato la sua esistenza e si dà al consumismo piì sfrenato per cercare gratificazioni che la realtà invece non gli ha garantito.
Tyler è la figura ribelle e anticonformista che c'è in ognuno di noi, quella che ci spinge a fare ciò che non avremmo fatto mai rovesciando i valori che hanno sempre caratterizzato il nostro pensiero.
Il film mostra le responsabilità delle scelte di ognuno di noi: restare nell'anonimato insignificante o decidere di ribellarsi cambiando vita irreparabilmente, dimenticando di essere stati ciò che ci ha sempre distinto.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Fight Club

"Le cose che possiedi alla fine ti possiedono! ". Su questa frase si concentra il tema di questo film diretto da David Fincher. Il film è uno dei tentativi meglio riusciti dell'espressione del disagio e del consumismo della società contemporanea. Edward Norton interpreta lo stereotipo dell'uomo moderno: si trascina in una vita fatta di eventi ciclici che svuotano di significato la sua esistenza e si dà al consumismo piì sfrenato per cercare gratificazioni che la realtà invece non gli ha garantito.
Tyler è la figura ribelle e anticonformista che c'è in ognuno di noi, quella che ci spinge a fare ciò che non avremmo fatto mai rovesciando i valori che hanno sempre caratterizzato il nostro pensiero.
Il film mostra le responsabilità delle scelte di ognuno di noi: restare nell'anonimato insignificante o decidere di ribellarsi cambiando vita irreparabilmente, dimenticando di essere stati ciò che ci ha sempre distinto.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 le cose che possiedi finiscono per possederti

Specchio della società moderna, il film immerge lo spettatore in incredibile e irrazionalizzabile modo di concepire le cose. Un protagonista...anzi 2 che si interfacciano come in una sola persona. La nascita del club è la conseguenza di una società ormai allo sbando..dove non ci sono + regole..anzi dove ce ne sono solo 2: non si parla del Fight Club. La seconda regola del Fight Club e': non si parla del Fight Club.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Fight Club

Innanzitutto straordinari sono i due protagonisti.Gustosa la sceneggiatura,ma del resto se il soggetto è tratto da un libro di Chuck Palahniuk non bisogna proprio stupirsene.Forse la parte più debolo del film e del libro riguarda la critaca al sistema economico/politico,non troppo approfondita e a tratti qualunquista.Ma resta comunque un film valido.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 fight club

Fincher al minimo delle proprie possibilità sceneggiatura di ferro portata avanti brillantemente da Edward Norton e Brad Pitt,monologhi che per quanto brillanti interrompono la narrazione sminuendo il genio di Palahniuk.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 un film meraviglioso

un film che fa riflettere sul subdolo condizionamento del consumismo che influenza in maniera possente ma subdola le nostre vite, un grido disperato per un risveglio collettivo prima che sia troppo tardi.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 cattivissimo

ah, quanto stress ho scaricato guardando questo film!
attualissima analisi dell'impiegato moderno, che non ne può più, che cerca adrenalina, che ogni giorno deve compattere con la sua natura così diversa da lui in realtà svolge. Una perla del cinema, tratto dalla mente malata di Palahniuk.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Un documentario del presente

"Fight Club" non è un soltanto un semplice film tratto da un'opera di fantasia. Piuttosto è un documentario straordinariamente realistico sulla società di oggi perfettamente in bilico fra il "nido Ikea" e la bestialità più sanguigna ed istintuale.
Il flop ai botteghini non può che riconfermare il valore immenso della pellicola che lungi dall'essere affrontata con ingiustificati timori dovrebbe invece essere sdoganata ed interpretata come un monito dall'inestimabile valore educativo.
Sicuramente il miglior lavoro di Fincher se non la migliore pellicola degli ultimi 10 anni.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Fight Club (14)