The Experiment

Regia di Paul Scheuring

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 9.99
  • Prezzo scontato: € 8.29
  • Sconto: € 1.70 (17%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.0
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Dopo esser stati selezionati per partecipare a un progetto di ricerca della durata di due settimane, un gruppo di uomini accetta di interpretare il ruolo di detenuti e guardie in una simulazione della vita all'interno di una prigione statale. Ma con il passare dei giorni i ventiquattro volontari si identificano sempre più nei loro ruoli: il potere li corrompe, la paura cresce e l'esperimento degenera in un terrificante incubo.

Comprali insieme:

Gli utenti che comprano The Experiment acquistano anche Le basi morali di una società arretrata di Edward C. Banfield € 11.28
The Experiment
aggiungi
Le basi morali di una società arretrata
aggiungi
€ 19.57

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su The Experiment e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 4 recensioni)

4.0 L'esperimento!

Un film molto particolare ed interessante basato su un esperimento ed un gruppo di cavie selezionate in una lista di volontari. L'esperimento metterà alla prova le loro capacità, non mancheranno i colpi di scena e l'azione. Questa è la versione più recente del vecchio film, uguale la storia ma personaggi diversi.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Interessante, cruento, riflessivo

Paul Scheuring dirige il remake del film "The experiment - cercasi cavie umane", a sua volta basato sul romanzo "Black Box" di Mario Giordano e sull'esperimento carcerario di Stanford condotto dal professor Philip Zimbardo. Quest'ultimo, nell'omonimo libro, pose la domanda: cattivi si diventa?
"The experiment" è la prova nuda e cruda di come la psicologia umana sia altamente influenzabile dai contesti, dalla convinzione di appartenenza ad un determinato gruppo categoriale. L'uomo si lascia trasportare e si scopre spetattore delle sue stesse azioni puramente condizionate, e quasi pilotate, da istinti che spesso non sapeva neppure di possedere. Il velo delle convenzioni sociali, delle regole di convivenza civile, spesso determinano la nostra condotta che, se osservata in contesti differenti, in mondi a sé come l'ambiente carcerario, potrebbe essere assolutamente diversa, mettendo in discussione quella che noi crediamo sia la nostra identità. L'esperimento consiste nell'osservare le reazioni dei partecipanti ad una messa in scena: la costruzione di un carcere fittizio all'interno del quale i volontari partecipanti sono divisi in guardie e detenuti.
L'abuso di potere dei primi sarà immediato e devastante, mentre una sorta di rude patriottismo (dove per patria si intende il gruppo di appartenenza, in questo caso la categoria dei detenuti) guiderà i secondi verso una lotta all'ultimo sangue, combattuta da chi non doveva fare altro che "fingere"...
Un film molto interessante, particolarmente stimato anche in questa sua versione americana, che ripropone il tema dell'esperimento in modo molto attuale e coinvolgente.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Cruda realtà

Un esperiemnto che si trasformerà in una triste realtà. Uomini chiamati a giocare a guardie e carcerati, che prenderanno sul serio il loro ruolo, al punto da cacciarsi in situazioni terribili. Quadro della vita, esperimento psicologico eticamente scorretto. Tratto dal precedente film e dal libro a cui si è ispirato Black Box, a tratti crea davvero terrore.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 The Experiment

The Experiment è un film del 2010 diretto da Paul Scheuring remake dell'omonimo film tedesco del 2001 diretto da Oliver Hirschbiegel a sua volta ispirato dal romanzo Black Box di Mario Giordano.
Ventisei uomini rispondono ad un annuncio su un quotidiano: fare da cavie per un esperimento scientifico. Saranno rinchiusi in un carcere e divisi in due gruppi: da un lato le guardie e dall'altro i detenuti. Ma ben presto la solidarietà tra i compagni di esperimento viene meno e il piccolo mondo carcerario incomincia a delineare i propri personaggi: da una parte i secondini sadici e violenti dall'altra i carcerati uniti e solidali per sopravvivere.
Ottima interpretazione del premio Oscar Forest Whitaker, che nella vita reale è un single frustrato che vive con la madre e, finalmente, nei panni di secondino riesce a dare libero sfogo alle sue frustrazioni.
Questa sorta di reality show carcerario non è stato partorito dalla mente di fervidi sceneggiatori. E' avvenuto realmente Nel 1971 un team di ricercatori diretto dal professor Philip Zimbardo della Stanford University condusse questo esperimento volto a indagare il comportamento umano in una società in cui gli individui sono definiti soltanto dal gruppo di appartenenza.
L'esperimento sarebbe dovuto durare due settimane ma fu interrotto dopo soli cinque giorni

Ritieni utile questa recensione? SI NO