The Elephant Man (Blu-ray)

    The Elephant Man (Blu-ray)

    Regia di David Lynch

    • Prezzo: € 14.99
    Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
    Prodotto non disponibile

    Dettagli del prodotto

    • Ean: 5050582731323
    • Supporto: Blu-ray
    • Produttore: Universal Pictures
    • Genere: Drammatico
    • Regia: David Lynch
    • Attori: John Hurt, Anthony Hopkins, John Gielgud, Anne Bancroft, Freddie Jones, Wendy Hiller
    • Contenuti extra: foto, interviste
    • Lingue: Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Tedesco
    • Colori: Bianco e nero
    • Anno di produzione: 1980
    • Area: Area B (Europa, Australia, Nuova Zelanda, Africa)
    • Durata: 119'
    • Sottotitoli: Danese, Finlandese, Francese, Giapponese, Inglese per non udenti, Italiano, Norvegese, Olandese, Spagnolo, Svedese, Tedesco
    • Formato Audio: DTS 5.1
    • Sistema: Full HD
    • Nazione: Stati Uniti

    Contenuto

    Affetto da una grave malattia deformante, un uomo, dolce e sensibile, viene prima esibito come fenomeno da baraccone e poi ospitato in un ospedale sotto le cure di un medico amoroso. Il film ha avuto un rifacimento nel 1981.

    Comprali insieme:

    Gli utenti che comprano The Elephant Man (Blu-ray) acquistano anche La teoria del tutto Regia di James Marsh € 14.78
    The Elephant Man (Blu-ray)
    aggiungi
    La teoria del tutto
    aggiungi
    € 29.77

    Prodotti correlati:

    Altri utenti hanno acquistato anche:

    5.0 Elephant man

    Il film parte con una sequenza che solo Lynch può creare e subito dopo si allontana di parecchio dal lavoro precedente, Eraserhead. Per i fan potrebbe essere un brutto colpo ma dato l'indiscusso talento nella messa in scena già dalle prime sequenze "normali" ci si accorge che siamo di fronte ad un altro capolavoro. Ogni sequenza sembra studiata nei minimi dettagli, è impossibile notare la minima sbavatura o la minima incertezza. Penso che nessuno mi contraddica se scrivo che ogni sequenza e ogni inquadratura rappresentano alcune fra le più rare perle del cinema moderno.
    Vengono resi alla perfezione anche i tanto abusati contrasti presenti nella società vittoriana, specchio e tramite tra la nostra società e quella antica, così come quello tra scienza e natura, razionale e irrazionale. Come dice Merrick, la gente ha paura di quello che non riesce a capire. Però con le persone guardinghe e impaurite dal "diverso" coesistono coloro che il diverso vogliono accettarlo, o per ipocrisia o per vero spirito caritatevole e che a volte finiscono per mettere ancor più a disagio il disgraziato, abituato agli scherni e alla morbosa attenzione e non al sincero interesse. Ancora una volta gli intenti della scienza vengono traditi e Merrick (tradito anche lui) diventa un fenomeno da braccone in ospedale.
    Quando il suo vecchio padrone lo costringerà a lavorare ancora per lui, il poveretto è rassegnato, ma della gente nelle sue stesse condizioni lo aiuta a ritornare laddove egli capisce che ha degli amici. Capisce quindi che le persone che lo hanno aiutato gli vogliono realmente bene, cosicché nel suo animo si fanno spazio speranza e consapevolezza.
    Perfetta anche la crisi che ha il dottore verso la fine del film, combattuto dalla sensazione che il bene che stia facendo sia meramente frutto del suo egoismo. In realtà comprendiamo che fa molto per Merrick e ciò lo capisce anche quest'ultimo che malato e allo stremo delle forze decide di morire nel giorno più felice della sua vita, giorno in cui capisce la vera importanza dell'amicizia e del calore umano, profuso non per compassione o per carità ma per vero sentimento.

    4.0 L'uomo deforme

    David Lynch, 1980, un terribile film su un uomo malato di neuro-fibromatosi, che lo trasforma in uomo-elefante (da cui il titolo). Ambientato nella Londra nel '900, illustra un tentativo di guarigione, o almeno di umanizzazione di una situazione troppo ai limiti del grottesco e del fenomeno 'da circo'. Il primo grande successo del regista.

    4.0 Gustatevi un vero Cult

    Un grande regista (David Lynch) per un grande film BIOGRAFICO.
    Il titolo già dovrebbe farvi intuire che stiamo parlando di un'opera piuttosto particolare che ha per protagonista un uomo che, chiaramente, si discosta dalla "normalità", se poi considerate che è un'opera biografica chiaramente la curiosità sale.
    Anche qui siamo in presenza di grandi attori, con un giovanissimo Anthony Hopkins che pesca dal suo cilindro una delle migliori interpretazioni.
    Il film è in bianco e nero e questo ha consentito una qualità ai massimi livelli per il blu-ray...direi un acquisto necessario.

    product