La custode di mia sorella

Regia di Nick Cassavetes

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 9.99
  • Prezzo scontato: € 7.19
  • Sconto: € 2.80 (28%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.0
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

L'undicenne Anna Fitzgerald è stata concepita dai suoi genitori per essere geneticamente compatibile con sua sorella, malata di leucemia. Anna, dopo vari interventi chirurgici e trasfusioni, si rivolge ad un giudice per rivendicare il diritto a poter disporre del proprio corpo. Questo atto di libertà potrebbe distruggere l'unione della famiglia. O, forse, potrebbe rappresentare il primo passo verso la consapevolezza di cosa siano dedizione e dignità e di cosa significhi essere uniti.

Comprali insieme:

Gli utenti che comprano La custode di mia sorella acquistano anche Un' ottima annata Regia di Ridley Scott € 7.19
La custode di mia sorella
aggiungi
Un' ottima annata
aggiungi
€ 14.38

Voto medio del prodotto:  4.0 (4.2 di 5 su 17 recensioni)

5.0 Da vedere

Ho letto il libro da cui è tratto questo film e, incuriosita, ho deciso di vedere anche la versione dvd. Il film ti coinvolge talmente tanto da ritrovarti quasi a vivere in prima persona le emozioni dei vari protagonisti. L'undicenne Anna è nata grazie alla fecondazione in vitro al solo scopo di aiutare sua sorella Kate, malata di leucemia. Quando le condizioni di salute della primogenita della famiglia richiedono un'operazione, però, Anna si rifiuta di collaborare, consulta un avvocato e chiede l'emancipazione medica. Una trama toccante e carica di emotività, che raggiunge il suo scopo e arriva dritta al cuore. Lo consiglio!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Bellissimo e commovente

Una bellissima storia commovente, piena d'amore e di drammaticità. La sorella di Anna Fitzgerald è malata sin da piccola di una forma molto rara e grave di leucemia e la madre, che non accetta di perdere sua figlia, fa di tutto affinché questo non accada. Pur di salvare la figlia è disposta anche a concepire un altro figlio, affinché sia utile alla salvezza dell'altra, ed è così che nasce Anna, una figlia praticamente in provetta e perfettamente compatibile per un trapianto alla sorella. Anna però si convince che i genitori l'abbiano usata solo per questo, e così si rivolge a un avvocato per far loro causa. Alla fine si scopre che dietro tutto questo c'è la sorella, stanca di combattere. Un bellissimo film, da vedere.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Davvero molto bello

Una pellicola molto triste, drammatica e commovente ma anche molto bella e coinvolgente dall'inizio alla fine.
Kate fin da bambina è malata di una forma molto grave di leucemia.I suoi genitori decidono così di "progettare" un bambino in provetta compatibile in tutto con Kate per "sfruttarlo" al fine di prolungarle la vita. Arrivata però a 12 anni, Anna decide che è giunta ora di dire basta a tutto ciò e si rivolge ad un avvocato per avere l'indipendenza medica...
Un film unico e speciale, che fa molto riflettere e che mette in luce tanto la follia (giustificabile o ingiustificabile) di questi genitori, disposti a tutto per salvare la vita di Kate, quanto l'amore che, alla fine, unirà ancora di più la famiglia.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 La custode di mia sorella

Tratto dall'omonimo libro di Jodi Picoult, ma differente in alcuni punti compreso il finale che nel libro è più tragico, ma anche il film devo dire mi ha fatto commuovere più di una volta. Fin dove si può spingere una madre per la sopravvivenza della figlia? E se pagasse lo scotto l'altra figlia più piccola e nata solo per la salvezza della sorella maggiore? Tra il sottile filo tra il giusto e sbagliato, tra l'amore e l'accanimento. Tragico e speciale!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Tristissimo

Di sicuro non è un film adatto a chi è gia giù di umore, è di una tristezza e un ingiustizia disarmante. Con questo non voglio dire che sia un film deludente. Belle performance di tutti gli attori, bambini e adulti. Parla di una bambina malata di leucemia e dei genitori pronti a tutto per salvarla, senza rendersi conto che stanno distruggendo un altra vita.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Un film da custodire

Prendete un'attrice pluririnomata e pluripremiata come Dakota Fanning, prendete un film estremamente drammatico come "La custode di mia sorella" e immaginate che mix perfetto ne uscirebbe... Bello, eh?
Purtroppo qualcosa del genere non si vedrà mai: gira voce che i produttori avessero offerto il ruolo di Kate proprio a Dakota Fanning, donde sentirsi rispondere con un NO secco - con tanto di giustificazione: per l'attrice, rasarsi i capelli a zero sarebbe stato un sacrificio troppo grande.
Purtroppo, o per fortuna? Ci si è dovuti "arrangiare" con una coppia di attrici meno conosciute, e la mia personalissima opinione è che il film sia perfettamente riuscito! Un film commovente come pochi che, pur soffermandosi sulla malattia di Kate, non toglie spazio ai problemi altrui: ogni singolo personaggio ha i suoi tormenti che si vanno a incastrare perfettamente in una storia atroce. Perchè un film come "La custode di mia sorella" non ha bisogno di bionde attricette di Hollywood per entrare nella classifica dei tuoi film preferiti.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Commovente

Anche io per una sorellafratello farei di tutto, darei subito un rene senza pensare a come cambierebbe la mia vita e se peggiorerebbe. Non avrei nemmeno il tempo di pensarci perchè andrebbe in secondo piano. E lo avrei pensato anche a 11 anni, non solo ora.
I personaggi del film sono tutti molto bravi a partire dalla bimba (adoro l'attrice)
e anche io avrei fatto tutto quello che ha fatto cameron diaz (bravissima) e non mi sarei mai arresa)

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Da vedere

Un film drammatico, che fa riflettere, e che sicuramente fa piangere. Una storia molto triste, dove un'adolescente deve combattere con la sua malattia, ma decide di non voler più lottare, e di vivere il tempo che le rimane pienamente. Un film dramamtico, ma molto bello.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Consigliato

Un film toccante e drammatico, che tiene lo stomaco stretto in un nodo per tutta la durata della pellicola. I temi proposti, dai limiti etici e morali della scienza all'accanimento terapeutico e l'emancipazione medica, sono molto delicati e importanti. Consigliato.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Da vedere

Dallo stesso regista di "le pagine della nostra vita" ( e si nota) un film, che essendo costruito con l'evidentissimo scopo di far commuovere dall'inizio alla fine, corre il rischio di apparire stucchevole. Forse per i più forti di spirito lo sarà stato, ma con me lo scopo del regista ha avuto pieno successo. Un singhiozzo continuo, consigliato per chi ama le storie che arrivano giù dritte all'anima

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Non un film per famiglie

Una storia davvero difficile da portare sul grande schermo, che mette in evidenza i limiti oltre i quali la scienza e le scelte umane possano spingersi per assicurare un futuro dignitoso al malato. Ma a quale prezzo? Il finale è alleggerito rispetto a quello del romanzo da cui il film è tratto, ma la sostanza del racconto rimane immutata.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Molto toccante

Questo film parla del dolore di una famiglia precipitata nell'incubo della malattia.
La famiglia Fitzgerald è composta da due genitori e da due figli,quando la piccola Kate si ammala la famiglia decide di mettere alla luce Anna,che è geneticamente compatibile con sua sorella e le permette di sopravvivere alla malattia.
Ma ben presto la piccola Anna si stancherà di essere considerata una cavia e deciderà di reagire,mettendosi contro la sua famiglia.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su La custode di mia sorella (17)