Babel

Regia di Alejandro González Iñárritu

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 7.99
  • Prezzo scontato: € 7.11
  • Sconto: € 0.88 (11%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.0
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Un tragico incidente coinvolge una coppia di americani in Marocco provocando una catena di eventi che travolgono quattro famiglie in altrettante nazioni del mondo, legati dalle circostanze, ma divisi dai continenti, dalla cultura e dalle lingue.

Comprali insieme:

Gli utenti che comprano Babel acquistano anche Biutiful Regia di Alejandro González Iñárritu € 6.59
Babel
aggiungi
Biutiful
aggiungi
€ 13.70

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Babel e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4.1 di 5 su 8 recensioni)

5.0 Film capolavoro

Babel è un film che intreccia in maniera splendida e con una sapienza scenica notevole, quattro storie umane apparentemente diverse fra loro ma in realtà unite dallo stesso livello di solitudine e desolazione. Ad un certo punto la tensione è arrivata ad un livello così opprimente che ho pianto, però ho anche capito molte cose sull'umanità e in questo Gonzales è così bravo da lasciare esterefatti, come ciliegina sulla torta c'è la sublime interpretazione di Brad Pitt che ho trovato più in forma che mai sul piano recitativo.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Babel.

Film straordinario e coinvolgente che grazie alla tecnica delle storie corali riesce a coinvolgere. Con un cast stellare che comprende una performance ottima di Brad Pitt, la storia si articola in diverse parti del mondo tutte drammaticamente e sorprendentemente collegate tra loro. Perfetto equilibrio.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Una Babele moderna

Tre storie che si intersecano, con il solito magistrale stile di Inarritu. Un microevento che scatena terribili conseguenze a distanza di migliaia di chilometri. Il destino che tutto governa. Un cast di tutto rispetto per una pellicola di gran livello artistico. Non perdetela!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Babel di Inarritu

Un bellissimo film estremamente commovente che fa riflettere sulle emozioni umane. Quattro storie apparentemente lontane, anche geograficamente, si uniscono indissolubilmente. Storie che dal Giappone, Messico, Stati Uniti e Marocco vengono unite da un unico gesto. Un Inarritu sempre profondo che scava nella disperazione umana. Meritato premio alla regia al festival di Cannes nel 2006.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Riflessivo, realistico, educativo

"Babel" è l'ultimo capitolo della "Trilogia della morte", composta da tre film ("Amores Perros", "21 grammi", "Babel") realizzati tra il 2000 e il 2006 dal regista messicano Alejandro González Iñárritu e sceneggiati da Guillermo Arriaga. Si tratta di un progetto molto intenso, raffinato, colto, sofferto, messo in scena egregiamente grazie alla professionalità del cast tecnico e, specie negli ultimi due capitoli, anche del cast artistico.
"Babel" risulta il più premiato, in quanto matura esposizione di un progetto cinematografico radicale, ed in quanto il più esplicativo all'interno di un contesto narrativo impegnato nella sceneggiatura, nei luoghi delle riprese, nella diversità delle culture che vengono ritratte, nelle musiche, nel montaggio.
Il messaggio fondamentale del film insiste, come anche i film precedenti di Iñárritu, sul concetto di banalità del male esposto come sempre attraverso un crudo realismo di fondo. È dalla banalità che deriva il male peggiore, è dall'atteggiamento di mutismo di fronte alla vita quotidiana, che nasce il terribile bagaglio dell'inespresso, del non-detto, della solitudine, della sordità, del rimorso angosciante.
Ma è da proposte di soluzioni altrettanto banali, che si deve ripartire verso la riconquista del proprio io smarrito...
"Babel" è allora il capitolo finale di una trilogia detta trilogia della morte, ma è allo stesso tempo un punto di partenza per una vita migliore.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

2.0 Tutti siamo legati

L'idea sarebbe anche lodevole, portare avanti 3 storie in 3 diversi continenti che sono però - attraverso le persone, gli oggetti - legate tra loro, per dimostrare come noi esseri umani si sia in realtà tutti legati l'un l'altro, come nella Babele biblica che parlava la stessa lingua. Ma il risultato è piuttosto scialbo, le connessioni tra le storie molto didascaliche e, se non fosse per il titolo, sembrerebbe un qualsiasi film a episodi.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

5.0 Babel (Inarritu)

Con Babel si chiude la Trilogia sulla morte che include anche i film Amores Perros e 21 grammi. Film che lascia a bocca aperta: crudo, sofferente, impulsivo.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

2.0 Già visto!!

La tecnica del feedback e dei legami tra storie diverse già ampiamente sperimentata in "21 grammi" qui risulta scontata, forzata e macchinosa. Le storie e le connessioni tra di esse fanno acqua da tutti i pori. Bella la fotografia e la messa a fuoco che il regista fa sulle diverse culture (o meglio sugli stereotipi culturali). Non lo consiglierei a chi ha già visto "21 grammi".

Ritieni utile questa recensione? SI NO