Amore tossico

Regia di Claudio Caligari

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 9.99
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
5.0
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Ad Ostia due giovani tossicodipendenti trascinano il loro rapporto tra prostituzione, furti e amicizie sbagliate.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Amore tossico e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0 Se Christiane F. fosse vissuta ad Ostia....

Un film che all'epoca, e parlo del 1983 ha fatto abbastanza scalpore, ma andiamo con ordine...
la prima scena è quella che mi ha più colpito... vedi questi 6-7 derelitti umani che camminano all'alba sulla spiaggia, una scena che fà tanto "la notte dei morti viventi" con una musica che giuro, mette una depressione impressionante.
Di cosa parla il film? di un gruppo di amici nella roma primi anni 80'che ha come scopo nella vita quello di trovarsi la droga per bucarsi... ecco quindi che vengono raccontate le loro giornate fatte di scippi, di prostituzione, e domani sarà uguale a oggi, sempre in quella piazza, sempre alla ricerca della vena, che ormai è sempre più rovinata... tra scazzi, liti, tentativi di smettere, visite al sert... e al consapevolezza che ormai per loro la vita è finita... il tutto con continui flash-back di come hanno cominciato, di come era bella la prima volta, la seconda..le terza... di come ora sono nel tunnel, e ci vogliono restare, senza ombra di dubbio...
un misto di drammaticità comica, ecco come definirei questo film, girato tutto a roma, nelle borgate e soprattutto con il linguaggio tipico dei tossici e di certi ambienti dell'epoca..talmente stretto e veloce che più di una volta ho dovuto mettere i sottotitoli perchè non riuscivo a capire, non stò scherzando...
partiamo subito con sfatare delle leggende, grazie all'intervista al registra negli extra del dvd... allora nel film gli attori erano sì in parte veri tossicodipendenti(altri erano ex)ma non si bucano veramente con droga, perchè sarebbe stato reato, ma usano sostanze saline, che anzi servivano per depurare il sangue, e questo ha creato dei problemi con delle attrici, in particolare una che recita una scena in cui si buca nel collo... lei non capiva perchè non si poteva fare veramente!!ed è stato difficile, ha detto il regista, convinvcerla a farsi un'iniezione di acqua e sale!... altri problemi sono sorti perchè magari qualche attore è stato arrestato, quando mancano solo poche scene alla fine, e quindi hanno dovuto pagare avvocati per tirarli fuori...
comunque un film molto vero, diciamo la versione italiana di cristiana f e i ragazzi dello zoo di berlino..solo che questo film, è decisamente meno cinematografico, ma più "terra terra" quasi un documentario a volte surreale, a volte comico, a volte drammatico, a volte veramente da dolore lancinante al cuore... gli attori sono bravi, anche perchè altro non fanno che recitare se stessi, situazioni che hanno vissuto, e quaindi risulta il tutto estremamente credibile...
forse non è attuale, questo no perchè il fenomeno dell'eroina da un lato è passato, dopo aver avuto il culmine negli anni '80,primi '90 e quindi certe espressioni, certe situazioni, non sono più riconducibili al nostro presente... ora va di moda il pasticcone, la coca a tute le età come dimostra il ministro colombo però la situazione per me è decisamente peggiorata... prima chi si bucava era decisamente estraneo nella maggior parte dei casi alla società, si isolavano..erano visti anche molto male dalla gente, come per me era e è giusto sia, facevano paura!!!... adesso la situazione è molto cambiata... ormai la droga è cambiata come ho detto, ma ho come la sensazione che sia tollerata, anzi che faccia figo prendere qualcosa,ormai non ci si scandalizza più di nulla...ma vi rendete conto che un ex ministro, un ex presidente del consiglio era cocainomane?... e cosa è successo? titoloni sui giornali per una settimana e dopo? basta... e magari fra un paio di mesi verrà pure invitato e applaudito da costanzo o vespa e giù applausi...
ormai i drogati(e non parlo di chi fuma solo spinelli ovviamente... anche se quì sicuramente qualcuno avrà qualcosa da ridire...)sono dappertutto, perchè chi sniffa, chi prende pastiglie, chi aspetta il sabato sera per prendere qualcosa per me sono drogati, poco importa se si infilano una siringa, o se tirano sù polverina, il concetto è questo... sono solo vestiti meglio, non dormono nelle panchine, ma a casa, e hanno abiti firmati, ma il concetto è lo stesso... anzi sono peggio, perchè almeno una volta la droga era una fuga da una vita che non dava loro niente, ora invece è solo per noia, per provare qualcosa in più, per divertimento...
di prevenzione se ne fà certo, ma per me troppo poca... e quindi perchè non si fanno film, come questo,ovviamente molto più attuale.

Ritieni utile questa recensione? SI NO