Amici miei. La trilogia (Cofanetto 3 dvd)

Regia di Mario Monicelli, Nanni Loy

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 39.99
  • Prezzo scontato: € 35.59
  • Sconto: € 4.40 (11%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
3.0
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

Amici miei: Cinque amici sui cinquant'anni si ritrovano periodicamente per organizzare beffe in grado di allontanare lo spettro della vecchiaia e della morte. Il film ha avuto vari seguiti. (1975 - versione prima uscita )

Amici miei atto secondo: (1982 - versione prima uscita )

Amici miei atto terzo: I quattro amici, ormai in età avanzata, ritentano le bravate del passato. Mascetti, vedovo e paraplegico, è ospite di una casa di riposo, che diverrà luogo degli scherzi e delle bravate dei quattro. Seguito di "Amici miei" 1975. (1985 - versione prima uscita )

Comprali insieme:

Gli utenti che comprano Amici miei. La trilogia (Cofanetto 3 dvd) acquistano anche Wild storm di Richard Castle € 14.25
Amici miei. La trilogia (Cofanetto 3 dvd)
aggiungi
Wild storm
aggiungi
€ 49.84

Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 2 recensioni)

5.0 Tra anarchia e goliardia

Questa serie è un vero classico della commedia all'italiana; uno dei prodotti più convincenti di un genere che ha offerto, purtroppo, anche i peggiori momenti del cinema italiano. Fra tanti attori che sono finiti a recitare in filmetti penosi e scoraggianti, il gruppo di talenti che ha lavorato a questa serie si distingue prima di tutto per il suo essere composto da ottimi attori, capaci di dare vita a personaggi indimenticabili. Al momento di girare il primo film della serie, ognuno di essi aveva un curriculum invidiabile per quantità di pellicole girate e qualità delle interpretazioni, anche sotto la direzione di registi dal talento riconosciuto e sulla piazza internazionale.
Il risultato del lavoro dei registi, Mario Monicelli e Nanni Loy, è stato quello di aver rappresentato con l'intera serie un piccolo spaccato di un mondo di provincia in cui, sulle note tragicomiche della noia e della malinconia, un gruppetto di borghesi di provincia, non più giovani ma non ancora rassegnati alla vecchiaia, combatte una battaglia quotidiana contro la routine e il conformismo di un'Italia che si era lasciata alle spalle, assimilandola e normalizzandola, la svolta del 1968 e che stava per entrare tragicamente nelle acque scure degli anni di piombo.
Tra residui di goliardia e trovate che faranno la storia del cinema, prima fra tutte la scena della partenza del treno in stazione, Ugo Tognazzi, Philippe Noiret, Bernard Blier, Adolfo Celi, Milena Vukotic, Gastone Moschin, e Renzo Montagnani interpretano con maestria la voglia di vivere e la gioiosa anarchia dei loro personaggi.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

1.0 Evitabile

No ma, fatemi capire. C'è davvero gente che guarda questo genere di film e che sarebbe disposta anche a spendere dei soldi per comprarlo? E' orribile, tutti i film sono orribili e vi prego, non chiedetemi perché li ho guardati. Non lo so nemmeno io. Patetici.

Ritieni utile questa recensione? SI NO