Amici miei

    Amici miei

    Regia di Mario Monicelli

    • Prezzo: € 14.99
    Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
    Voto medio del prodotto:
    5.0
    Prodotto non disponibile

    Dettagli del prodotto

    Contenuto

    Cinque amici sui cinquant'anni si ritrovano periodicamente per organizzare beffe in grado di allontanare lo spettro della vecchiaia e della morte. Il film ha avuto vari seguiti.

    Comprali insieme:

    Gli utenti che comprano Amici miei acquistano anche Scemo & + scemo 2 Regia di Peter Farrelly € 15.65
    Amici miei
    aggiungi
    Scemo & + scemo 2
    aggiungi
    € 30.64

    Prodotti correlati:

    Altri utenti hanno acquistato anche:

    Recensioni degli utenti

    Scrivi una nuova recensione su Amici miei e condividi la tua opinione con altri utenti.

    Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 2 recensioni)

    4.0 Drammatico

    Il film è una commedia cult degli anni '70, e lo è diventato a ragione: è bello, divertente e molto malinconico. Le zingarate del gruppetto di amici vanno oltre le azioni diepsttose in sè: sono la manifestazione di un disagio esistenziale profondo e di un profondo senso di solitudine. Visto in quest'ottica il film passa da commedia a dramma. Bello

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    5.0 Monicelli ci manchi tanto

    Film così non se ne fanno più. Originale, grottesco, divertentissimo, ironico. Permeato da un'aura di libertà, che sfocia nelle "zingarate" è un circo di gag esilaranti, molte entrate nel mito, come la famosa "supercazzola" di Tognazzi, sinonimo di qualcosa che non vuol significare niente. Almeno una volta nella vita dovrebbero vederlo tutti, per capire chi è Monicelli, e come si fa a far ridere.

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    5.0 Amici miei

    Questo film così geniale è un capolavoro del cinema italiano tra il comico e il tragico, film eccezionale fantastico e divertentissimo non si riesce a smettere di ridere e sorridere difronte alle incredibili scene alle quali assistiamo, gli attori sono dei grandissimi maestri del cinema.

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    4.0 Il primo grande film, ma non il migliore

    Commedia irresistibile che è come il vino buono, passa il tempo e diventa sempre meglio.
    Uno scorcio di Firenze che non c'è più, quasi un documentario su quello spirito fiorentino che è andato perso negli ultimi trent'anni.
    Un grande film ma che, secondo me, non è il migliore della trilogia: il migliore è il secondo.

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    4.0 Amici miei

    Una commedia assolutamente fantastica! 4 amici (anzi 5...) che si divertono a combinare scherzi e guai per passare il tempo e la noia, un film passato alla storia vi farà divertire tantissimo! Lo consiglio per farsi sue risate e passare allegramente il tempo!

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    3.0 Amici miei!

    L'amicizia indissolubile di cinque uomini, molto distanti umanamente, economicamente e socialmente ma che li vede condividere goliardiche avventure: segnale che le piccolezze umane non hanno confini sociali. Il valore dell'amicizia viene messo molto in risalto, realtà molto difficile da trovare ai giorni nostri.

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    5.0 Amici miei

    Un film imprescindibile, che diverte sempre, che fa ridere, sognare e intristire chiunque lo veda. Cinque uomini di mezza età, tutti - per un verso o per un altro - dei falliti, che ritrovano fonte di divertimento e di vitalità in esilaranti ragazzate, su cui spicca la supercazzola, specialità in cui eccelle l'ottimo Ugo Tognazzi!

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    5.0 Monicelli

    Il genio irriverente di Monicelli si esprime al massimo nella descrizione delle zingarate di questo gruppo di irriducibili amici toscani.

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    5.0 Ridere riflettendo

    Un film da non perdere e ovviamente da rivedere anche per chi come me lo conosce praticamente a memoria. Un cast eccezionale con un insuperabile Filip Noiret. A mio avviso il Conte Mascetti (nobile decaduto) è uno dei personaggi più riusciti di Ugo Tognazzi.

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO

    4.0 Antani miei

    È qui che nasce il mito della supercazzola, sfoggiata in qualsiasi momento, e più formale o inadeguato è il contesto, più riuscito è lo scherzo.
    Quattro amici, che poi diventano cinque, dimostrano come – nonostante le mogli, i figli, le amanti e i conti sempre in rosso – ci si possa divertire semplicemente restando insieme e giocandosi scherzi stupidi, anche infantili, che sono il secondo piatto della bilancia di una vita divisa tra le preoccupazioni del lavoro e della famiglia. Schiaffeggiare i passeggeri di un treno in partenza o cantare a squarciagola in un ospedale: sono solo due tra le più innocenti marachelle dei ragazzi, il vero perno del film. La trama, infatti, è un blando pretesto per far risaltare il legame di amicizia, lasciando la maggior parte del tempo (poco più di 2 ore) al racconto dei loro giochi. Persino i momenti in cui sembra che si voglia riflettere sono sdrammatizzati bruscamente, senza il minimo riguardo per una ipotetica morale dei personaggi o degli spettatori: l’ironia feroce dei vizi supera anche una famiglia in via di distruzione, il disprezzo del proprio figlio troppo serio, la vergogna di ricevere in casa l’amante sgualdrina di un amico o l’essere umiliato dall’ex marito della propria moglie.
    Amici miei è un film che non riesce proprio a lasciare in bocca l’amaro, che sembra inevitabile in certi momenti: una risata è sempre dietro l’angolo, cinica e inopportuna, ma sempre disposta a tirare su di morale. Tutto questo è rafforzato dal cast eccezionale che popola il film: come si può non credere all’espressione innamorata di Gastone Moschin o alla preoccupazione smodata di Milena Vukotic?

    Ritieni utile questa recensione? SI | NO