After.Life

Regia di Agnieszka Wojtowicz-Vosloo

Aggiungi al carrello
  • Prezzo: € 6.50
  • Prezzo scontato: € 5.59
  • Sconto: € 0.91 (14%)
Spedizione a 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.0
Spedito normalmente in 2/3 giorni lavorativi

Dettagli del prodotto

Contenuto

In seguito ad un terribile incidente, Anna si sveglia nel retro di un'agenzia di pompe funebri, dove Eliot Deacon sta preparando il suo corpo per la sepoltura. Anna si sente ancora perfettamente viva ma l'uomo la convince di essere l'unico a poter comunicare con lei, grazie alle sue particolari capacità di sensitivo. La ragazza si troverebbe infatti in uno stato transitivo tra la vita e la morte. Intrappolata, sola, senza nessuno a cui chiedere aiuto, Anna dovrà affrontare le sue più profonde paure ed accettare di essere davvero morta; oppure cercare di ribellarsi per non essere seppellita viva. Il fidanzato di Anna, Paul, nutre il sospetto che le cose non siano come sembrano e che Eliot non sia amichevole come appare. Con l'avvicinarsi del funerale, Paul si avvicina a scoprire la disturbante verità, ma potrebbe essere troppo tardi.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su After.Life e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 5 recensioni)

5.0 Ai limiti della realtà

Premetto che il finale del film è tutt'altro che chiaro ma lascia proprio quell'ambiguità che nel corso del film ci si chiede per tutto il tempo. Ossia la ragazza è morta o è viva? Il bello è che fino agli ultimi minuti si capisce qual è la risposta, ma proprio sul finale tutto è ribaltato per questo si genera ambiguità che ovviamente lascia perplessi e pone tanti interrogativi. Molto bello!

Ritieni utile questa recensione? SI NO

3.0 Interessante

Un film che, lungo tutto il suo svolgimento, riesce discretamente a mantenere un certo filo di suspense. Gli attori dimostrano grande capacità di calzare a perfezione i loro "insoliti" personaggi (Neeson è perfetto nel suo ruolo di mistero, distacco, tragicità e fantascienza) evocatori di qualcosa di importante: nel mezzo tra la vita e la morte, tra l'illusione e la cruda realtà, ognuno vuole tenere stretta a sé la vita, per non morire, per allontanare il rischio di provare la dannazione del vedere sé stessi sfiorire e perire, seguendo la condizione biasimevole di chi rimpiange la vita sprecata senza più poter rimediare agli errori, né tornare indietro, né tornare, mai più, a vivere... Il tutto è gestito e ordinato da un gioco psicologico e coinvolgente che fa ritenere questa pellicola un film interessante.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Vivere con intensità, per non morire prima

Più che un thriller, un horror. Un film che trasferisce l'ansia della protagonista (C. Ricci) che è alla ricerca della verità sulla sua condizione: viva o morta? Cos'è la morte? Uno stato di cui si ha coscienza? Bravo anche Liam Neeson nel ruolo del sensitivo che ammonisce chi sta lasciando questa terra e finalmente si è reso conto che valeva la pena di viivere con maggiore intensità.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Vita e morte

Opera prima, nel dorato mondo di Hollywood almeno, della giovane regista polacca Agnieszka Wojtowicz-Vosloo. Si tratta di un dramma con forti richiami horror. Il film ci condurrà in un viaggio alla scoperta della vita dopo la morte. Bravissima Christina Ricci.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

4.0 Molto bello

Magistrale interpretazione di Christina Ricci per questo film horror-thriller dalla trama insolita. Realtà e sogno si confondono. Il finale è lasciato del tutto aperto. Davvero stupendo!

Ritieni utile questa recensione? SI NO